Matrimoni gay, oggi il voto finale in Francia

Christiane Taubira, promotrice della legge che porta il suo nome per i matrimoni omosessuali

Parigi – In una capitale assolutamente blindata, che si prepara ad accogliere centinaia di migliaia di manifestanti di diverse fazioni, i deputati dell’Assemblea Nazionale francese voteranno quest’oggi per l’ultima volta la legge che istituisce i matrimoni tra persone dello stesso sesso. Un voto che arriva dopo un iter lungo e particolarmente contestato, sia all’interno dei palazzi del potere che nelle piazze, e che renderà la Francia il 14° stato al mondo con questo istituto giuridico.

Capitale blindata, si diceva nel paragrafo precedente, a causa della possibilità di scontri tra i sostenitori dei matrimoni gay e dei contrari, compresi numerosi deputati e senatori dell’Ump, il partito degli ex presidenti Jacques Chirac e Nicolas Sarkozy, oltre a famiglie e associazioni cattoliche che, mosse dai numerosi richiami della Chiesa francese, sono scese a più riprese in piazza.

Il voto è previsto per le 17 di oggi, e si annuncia come una semplice formalità: la legge Taubira, dal nome della 62enne ministro per la Giustizia, può contare sul sostegno della maggioranza socialista, che gode di 328 dei 577 seggi dell’Assemblea. Tuttavia, le tensioni interne al partito e più in generale al Parlamento hanno reso l’iter parlamentare movimentato, specie se raffrontato alla situazione “esterna”, ovvero alla reazione popolare.

La polizia, schierata in assetto anti-sommossa entro il perimetro dell’Assemblea, potrà contare su nove o dieci unità “di forza mobile”, ciascuna costituita da ottanta uomini, per un totale di poliziotti schierati che potrebbe arrivare fino a mille. A coadiuvarne gli sforzi per garantire la sicurezza, vi saranno poi poliziotti in borghese e ulteriori 200 uomini, sparsi nelle immediate circostanze di Quai d’Orsay, dov’è situato il Palazzo Borbone.

Contro i possibili facinorosi – particolarmente gli appartenenti a gruppi di estrema destra – il ministro dell’Interno ha affidato il messaggio di utilizzare «la massima fermezza possibile», al fine di evitare scontri e reazioni violente che, come è da aspettarsi, non mancheranno di porre l’attenzione pubblica su Parigi.

Stefano Maria Meconi

@_iStef91

Foto di copertina: Afp

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews