Marò, Latorre rientra in Italia con un permesso a fini terapeutici

Il marò Massimiliano Latorre potrà tornare in Italia per 4 mesi, grazie a un permesso di convalescenza. E il collega Salvatore Girone?

Massimiliano Latorre e Salvatore Girone

Massimiliano Latorre e Salvatore Girone

Arriva il si della Corte suprema indiana alla richiesta degli avvocati di Massimiliano Latorre per un rientro di quattro mesi in Italia. La difesa di Latorre aveva infatti chiesto un periodo di convalescenza, dopo che lo scorso 31 agosto il fuciliere della Marina Militare Italiana era stato colpito da una ischemia.

RIENTRO A FINI TERAPEUTICI – Il team di difesa di Massimiliano Latorre è certo di poter rimpatriare il marò bloccato in India da oltre due anni già domani, una volta completate le pratiche burocratiche necessarie per l’operazione. I giudici, intanto, hanno chiesto come condizione obbligatoria una garanzia scritta di rientro al termine dei quattro mesi che l’ambasciatore italiano a Delhi, Daniele Mancini, sta stilando a nome del governo italiano e che verrà presentata oggi stesso.

Prima di giungere a questa decisione, la Corte suprema indiana, nelle persone del presidente R.M. Lodha, Kurian Joseph e dei giudici Rohinton Fali Nariman, aveva incontrato il ministro degli esteri Sushma Swaraj, il quale aveva dichiarato di non opporre alcuna resistenza al rimpatrio terapeutico di quattro mesi, trattandosi di un caso di malattia.

Massimiliano Latorre

Massimiliano Latorre

L’unico a opporsi al rimpatrio è stato Freddy Jhon Bosco, proprietario del peschereccio coinvolto nell’incidente del 15 febbraio 2012 in cui morirono due pescatori, che ha inviato un’ istanza alla Corte indiana nella quale si chiedono ulteriori accertamenti medici per Massimiliano Latorre. L’istanza, però, non si sarebbe potuta utilizzare come documento per rimandare il rimpatrio del marò italiano, dal momento che l’ufficio del registro dovrà verificare la veridicità del contenuto e approfondirlo.

IL TWEET DI RENZI – È arrivato qualche minuto dopo la decisione della Corte suprema indiana il tweet del presidente del Consiglio Matteo Renzi, il quale ha postato sul suo profilo Twitter un messaggio di rispetto e collaborazione verso il governo indiano.

 

E Salvatore Girone? Con il rimpatrio del collega Latorre, Girone resterebbe da solo in India, un Paese che da oltre due anni li tiene in ostaggio senza peraltro formulare accuse precise. Dunque, non sarebbe giusto rimpatriare anche lui, dal momento che, con Latorre, ha condiviso e condivide tutt’ora il peso della lontananza dalla famiglia, dalla Patria, in una parola, da casa?

Mariangela Campo

@MariCampo81

Foto: www.google.com

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews