Marijuana verso la depenalizzazione, il voto del Senato

Giuseppe Lumia, il proponente della depenalizzazione (giuseppelumia.it)

Giuseppe Lumia, il proponente della depenalizzazione (giuseppelumia.it)giuseppe

Roma – Anche in Italia potrebbe arrivare a breve la depenalizzazione per la coltivazione della marijuana: è il contenuto di un emendamento approvato oggi dalla Commissione giustizia del Senato. Il testo riguarda le persone autorizzate a coltivare regolarmente le piante da cui si estraggono droghe leggere e che si trovino a violare la normativa: per loro non ci sarà più il carcere.

Di fatto, la Commissione ha avviato il processo di depenalizzazione della coltivazione di piante come la cannabis; la prima firma dell’emendamento è quella del senatore Giuseppe Lumia, del Partito democratico, già vicepresidente della commissione antimafia. Il testo trasforma le violazioni della normativa sulla coltivazione di piante da cui è possibile estrarre droghe, che comporta l’arresto e l’incarcerazione per i colpevoli: se il testo divenisse legge, tale violazione si trasformerebbe in un illecito amministrativo.
L’emendamento è scritto andare a cancellare il comma 2 dell’articolo 28 del Testo unico sugli stupefacenti: «chiunque non osserva le prescrizioni e le garanzie cui l’autorizzazione è subordinata, è punito, salvo che il fatto costituisca reato più grave, con l’arresto sino ad un anno o con l’ammenda».
Il provvedimento in discussione, nel quale si va ad inserire questo emendamento, riguarda proprio le pene non detentive, alle quali farà riferimento anche la violazione della normativa sulla coltivazione di marijuana, qualora venisse approvato il testo.

La proposta della Commissione è in linea con quanto deciso dal tribunale di Ferrara qualche mese addietro, quando stabilì che possedere piante di marijuana per uso personale non è reato, giudicando il caso di due ragazzi che erano stati arrestati per il possesso di due piantine da 8 grammi.
Il quadro italiano è dunque in rapida evoluzione: politica, giustizia e molti intellettuali sembrano – per una volta – muoversi in maniera coesa, aprendo a un diverso approccio verso le sostanze considerate “droghe leggere”.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Marijuana verso la depenalizzazione, il voto del Senato

  1. avatar
    andrea 11/10/2013 a 15:20

    Andrea non ci hai capito granchè! Riguarda solo il GRA! Altro che “muoversi in maniera coesa”…….MAGARI!!!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews