Manovra: Napolitano interviene “servono misure credibili”

Giogio Napolitano

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano

Roma – Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano rompe gli indugi e, con una nota al Governo, ammonisce sulla gestione della manovra ‹‹Nessuno può sottovalutare il segnale allarmante rappresentato dall’odierna impennata del differenziale tra le quotazioni dei titoli del debito pubblico italiano e quelli tedeschi. E’ un segnale di persistente difficoltà a recuperare fiducia come è indispensabile e urgente. Si è ancora in tempo per introdurre in Senato nella legge di conversione del decreto del 13 agosto misure capaci di rafforzarne l’efficacia e la credibilità. Faccio appello a tutte le parti politiche perché sforzi rivolti a questo fine non vengano bloccati da incomprensioni e da pregiudiziali insostenibili››.

La presa di posizione del presidente Napolitano si pone come un campanello d’allarme per le istituzioni nazionali, impeganate da giorni a ritoccare la finanziaria senza, tuttavia, arrivare a quella difinizione di mosse che potrebbero consentire di rassicurare i mercati sull’affidabilità dei nostri titoli in breve termine e ridurre del debito pubblico, rilanciando l’economia in lungo termine.

Così, Napolitano accoglie nei fatti la richiesta di Jean-Claude Trichet, numero uno uscente della Banca centrale europea (Bce), che giorni fa ha chiesto a viva voce l’intervento del Capo dello Stato nella gestione della manovra, prossima all’approvazione alle Camere ma già sfiduciata dalle Borse.

Inoltre, tra ieri e oggi, alle parole di Napoliano e di Trichet sull’urgenza di attuare scelte convincenti, ha fatto eco anche quella del fututo presidente della Bce, Mario Draghi, il quale ha ricordato al Governo che altri acquisti di Btp italiani da parte della Ue, non sono affatto scontati e poi ha ribadito che ‹‹Non esiste una bacchetta magica›› per stimolare la crescita economica. Tuttavia, in diversi paesi europei dove la crescita è particolarmente bassa ‹‹il potenziale per attuare le riforme strutturali invocate da anni è amplissimo››.

Governo – ‹‹Il momento è difficile per l’Europa e per l’Italia perché il paese è oggetto di grandi turbolenze ma noi ce la stiamo mettendo tutta anche in Parlamento››. La prima replica ai moniti nazionali ed internazionali è quella presidente del Senato, Renato Schifani, dal Summer School del Pdl a Frascati, il quale si è congratulato con i senatori per i tempi celeri con cui è stata approvata la manovra dalla Commissione Bilancio del Senato. Dello stesso avviso il sottosegretario all’economia, Antonio Gentile, parla di ‹‹clima di responsabilità›› e di manovra ‹‹migliorata e rafforzata nei saldi››, mentre il relatore e presidente della Commissione Bilancio, Antonio Azzollini, ha rilevato che ‹‹la finanza pubblica italiana ne è uscita rafforzata››.

Dalla maggioranza, invece, il presidente dei senatori, Maurizio Gasparri ha evidenziato il ‹‹rispetto dei tempi›› in Commissione e vicepresidente, Gaetano Quagliariello, ha osservato come il Senato ‹‹non abbia stravolto ma migliorato›› la manovra.

Opposizione – Critico il Pd. Il presidente del gruppo a Palazzo Madama, Anna Finocchiaro, fa notare come ‹‹la pressione esercitata sul governo e sulla maggioranza ha permesso di ridurre qualche danno›› ma ‹‹resta comunque una manovra sbagliata››.

Ora, tutto dovrà essere giocatro in Aula entro oggi. Il decreto dovrà essere approvato a Palazzo Madama, ma il travagliato iter di questa finanziaria non sarà concluso fino all’ok definitivo della Camera, sabato prossimo.

Improbabile il ricorso al voto di fiducia, tuttavia – ha fatto sapere il ministro dello sviluppo economico, Paolo Romani, ‹‹se la fiducia è necessaria, come sempre può essere messa. E’ una decisione che verrà presa in settimana››.

Chantal Cresta

Foto || ansa.it

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews