Manovra, il governo apre alle modifiche

Poche ma importanti modifiche, senza tuttavia interferire sui saldi e la struttura della manovra economica: da Bruxelles il nuovo presidente del Consiglio Mario Monti apre al cambiamento, in particolare quello riguardante i tagli su casa e pensioni. Il premier ha detto in proposito: ”I partiti stanno ancora discutendo, non posso dire che cosa sarà o meno accolto, mi riservo di valutare l’insieme delle proposte di modifica avanzate dai partiti che hanno votato la fiducia al governo”.

 
Sul fronte pensioni, il cammino verso i 66 anni per la vecchiaia e l’aumento a 42 anni dei versamenti per l’anzianità potrebbe essere riconsiderato. Il vicepresidente della commissione Lavoro della Camera, Giuliano Cazzola, ha proposto in tale ambito di tornare provvisoriamente al sistema delle quote.

Sul problema delle imposte sulla prima casa, si prospetta invece una duplice possibilità di alleggerimento economico:  si parte da un aumento complessivo della quota esente ora fissata a 200 euro, o in alternativa, ed è la proposta più accreditata, un incremento dell’esenzione parametrata ai componenti del nucleo familiare o al reddito di tutti i componenti della famiglia.

Adriano Ferrarato

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews