Mammavventura si prende una pausa…weekend senza il pupo

felicità - ilquotidianoinclasse.quotidiano.net

Un weekend senza il pupo…felice? Perchè..si vede?

Lungo periodo di silenzio per Mammavventura, perche a volte succede davvero di non avere il tempo, ma anche perché ogni tanto – magicamente – ti si abbatte tra capo e collo un evento inaspettato (e ci vuole un po’ per rielaborarlo): un weekend senza il pupo.

IL MIRACOLO - «Devo andare dai miei genitori per qualche giorno. E se portassi il bimbo con me visto che non lo vedono mai?». La prima impressione è quella di non avere capito bene. Poi al rinnovato ribadire del concetto si passa all’incredulità e alla tentazione adolescenziale di “cacciare” un urlo che nemmeno alla finale (vinta) del superbowl. Ma il ruolo di madre impone self control e non starebbe bene gioire troppo per la separazione dal proprio cucciolo…una mamma dovrebbe piangere… ma anche no.

LA SEPARAZIONE  - Allontanarsi dai pargoli con serenità e, diciamolo pure, un pizzico di felicità non significa essere una cattiva mamma, bensì scoprirsi (o piuttosto riscoprirsi) entusiasta di avere hobby e attività- accantonati con l’arrivo del fagottino- felici di riuscire allo scoperto. Ecco quindi che non appena l’idea di qualche giorno senza il pupo si delinea all’orizzonte prendendo forma concreta, scatta la lista mentale di cose da fare assolutamente.

SHOPPING – La maternità trasforma per ogni donna l’idea e il concetto di shopping, oltre che ovviamente la pratica. Per chi non abbia saputo imporsi di conservare, ogni tanto,  il giusto tempo libero da dedicare ad un pomeriggio per negozi con le amiche, lo shopping è diventato impossibile perché raramente i piccoli si prestano a sedute di prove camerino o sessioni di “sto solo dando un’occhiata”. Con loro alle calcagna, pronti a rivendicare l’attenzione non appena questa si catalizza su un favoloso paio di scarpe o una borsa, si rischia di acquistare (quando va bene) la taglia sbagliata o (quando va male) dei veri obbrobrii.

shopping - eccentricvintage.blogspot.it

Per questo durante un weekend senza il pupo diventa tappa fissa quella delle vetrine del centro, contro cui spalmarsi e sognare, come in Colazione da Tiffany, senza che qualche piccola peste ci riporti troppo presto con i piedi per terra. Quasi non ci  si ricordava più il piacere di passeggiare curiosando nei negozi, affacciandosi là dove si sente il profumo di qualche buon affare o semplicemente per togliersi uno sfizio: un abito scelto tra mille – e dopo averne provati mille! – avrà il magico potere di riportare qualsiasi mamma ai tempi in cui pappe e pannolini erano ancora cose da futuro anteriore.

HOME VIDEO - Altra attività preclusa alle neo mamme e di solito la visione di un film che non sia al cinema, in serate faticosamente ritagliate grazie alla generosità dei nonni (quando ci sono) o al ricorso ad una baby sitter. Ma il piacere di accoccolarsi sul divano, magari sotto un plaid se la stagione è fredda, con il ciotolone di pop corn o una tisana per godersi al meglio un thriller, un film d’autore o una commedia romantica (a seconda dei gusti), diventa un lontano ricordo con l’arrivo di un bimbo: quando anche il mini-dittatore conceda qualche spazio televisivo ai genitori, offrendo brevi pause dalle maratone Peppa Pig o Masha & Orso, è altamente improbabile che possa rimanere tranquillo (e autonomo) per i 90-120 minuti che in media richiede un qualunque film.

Qualche speranza in più possono averla le coppie dal bioritmo settato sulle ore notturne, in grado di resistere senza crollare tra le braccia di Morfeo fino al termine del film in seconda serata. Anche per queste tuttavia la genitorialità può avere esiti imprevedibili e trasformare irriducibili “animali notturni” – uomini soprattutto – in individui che potendo andrebbero a letto con le galline, al calar del sole. Spazio quindi – durante il wee end senza il pupo – ad una serata casalinga davanti alla tv, confidando che proprio in quell’occasione i palinsesti non offrano soltanto fiction, Champions League o rassegna western.

discoteca

Serata senza figli = serata in discoteca? Eh no…

LA “SERATONA” – Ma ecco ciò che, nell’immaginario di molti, dovrebbe essere in cima alla lista di ogni mamma “liberata” per qualche giorno dagli obblighi legati alla gestione dei marmocchi: la “seratona” con le amiche. Fermo restando che è molto probabile che le suddette amiche siano a loro volta mamme, e sarebbe davvero difficile trovarle tutte magicamente disponibili per un’uscita “come ai vecchi tempi”, il mito della serata “femmine assatanate” è molto più radicato nella fantasia che non nella vita reale di qualsiasi donna, in particolare quella passata allo status di madre.

Il sogno di una mamma che si trova ad avere a disposizione un week end senza il pupo raramente è quello di acchittarsi per una nottata a ballare, con la prospettiva di rientrare alle prime luci dell’alba, quanto piuttosto ritrovare il tempo di fare le cose più normali – una doccia, truccarsi, scegliere che cosa indossare – con la calma e la tranquillità di una volta e far seguire a questo rituale preparatorio non quella baldoria sfrenata che magari a 20 anni era pure abitudine di ogni sabato sera, ma una cena – o anche solo un aperitivo - seduta a tavola, senza dover rincorrere tra i tavoli e i camerieri un piccolo diavolo. Questa l’idea di “seratona”, molto meno ambiziosa di quanto molti credano, fatta di un relax vero, fisico sì ma soprattutto mentale.

dormire

LA NOTTE – In un week end senza il pupo il momento atteso diventa poi quello della notte, da trascorrere non certo in giro per locali, ma placidamente a letto – finalmente sole – con quella consapevolezza che più di ogni altra rende l’evento memorabile: tranne eventi eccezionali il rischio di essere risvegliate si avvicina allo 0% e la prospettiva è quella di 8 ore di profondo e rigenerante sonno non-stop.

MammAvventura

foto: lquotidianoinclasse.quotidiano.net, eccentricvintage.blogspot.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews