Maldamore: l’amore eterno non è una promessa, è una minaccia

Da domani in sala la commedia di Angelo Longoni sull’amore fedifrago con Luca Zingaretti, Alessio Boni, Luisa Ranieri e Ambra Angiolini

Uscirà domani nelle sale italiane Maldamore, la commedia firmata da Angelo Longoni (e prodotta da Italian Dream Factory e Rai Cinema) che ha scelto il tradimento, la comicità e l’imprevisto per mettere insieme un plot ancora una volta attento all’amore e ai suoi derivati. Bastano solo poche scene, infatti, per far sorgere repentino il dubbio di essere davanti all’usuale, vista e stravista commedia sull’amore fedifrago. E lo confermano, purtroppo, i successivi novantasette minuti di proiezione. Peccato per il cast, che vede protagonisti i bravissimi Luca Zingaretti, Alessio Boni, Luisa Ranieri e Ambra Angiolini ma che, malgrado il suo potenziale espressivo, resta intrappolato nello stereotipo di una commedia sintetica, che si regge sulla solita manciata di tradimenti e incomprensioni, ansie e battibecchi matrimoniali.

QUANDO L’AMORE È TRADITOMaldamore è, infatti, un film che parte da una distrazione, quella di due uomini che involontariamente confessano il proprio tradimento alle rispettive mogli. L’evento scardinerà la vita di due famiglie che, nel vortice dell’amarezza e della rabbia, si troveranno scisse tra l’istinto del perdono e l’ingovernabilità della gelosia e dell’intransigenza. Sorretto da un prevedibile gioco di incomprensioni e isterismi, Maldamore vuole indagare ancora una volta la complessità delle emozioni e delle scelte umane che, rappresentate nella loro maturità, non sanno se assecondare le passioni o perseverare in una condotta morale, ligia alle promesse e agli impegni familiari. Anche qui, i protagonisti di questa storia lottano contro una vita matrimoniale appiattita, ossidata, e cercano altrove il ricordo della propria briosa giovinezza. Il sesso diventa il veicolo della riscoperta individuale, e Angelo Longoni gioca con il tradito e il traditore per indagare come, a seconda che si tratti del primo o del secondo, agiscano l’egoismo, la possessività e il bisogno di giustificazione. Il film del resto fa dei suoi protagonisti una rappresentazione esagerata e esagitata del partner e del traditore medio che diventa, nel film, principalmente isterico e fastidioso.

maldamore-seconda-clip-dal-film_news

DINAMICHE RIPETITIVE IN UN PLOT SCONTATO - Maldamore è un film-fotocopia che si racconta da solo e si fa guardare a fatica: i colpi di scena non sono che ovvi giri di boa; le contraddizioni messe in scena non sono che mere banalità narrative e le riflessioni sull’amore, che sviscerano un vero e proprio decalogo, fanno sorridere, ma nulla di più. È vero, l’amore è il sale della vita, e per molto altro tempo ancora resterà il fulcro fondamentale per la cinematografia, non soltanto italiana. Ciò che attanaglia Maldamore, però, è la sterilità dei racconti che si impegnano ancora a rappresentarlo nel suo più comune stereotipo, al punto che viene da domandarsi: che esigenza c’era di edificare l’ennesimo film sul tradimento, l’allontanamento del tetto coniugale, le bugie e la riappacificazione familiare? Non solo un film come questo, che oltre i protagonisti vanta i bei contributi, tra gli altri, di Claudia Gerini, Ettore Bassi ed Adolfo Margiotta, poteva senz’altro fare molto, molto di più, ma sembra anche crogiolarsi nella convinzione che, per realizzare un buon film, siano sufficienti i nomi giusti su di una locandina, a svantaggio di una sceneggiatura curata, un soggetto originale e un lavoro convinto sul modo di impostare la comicità.

UN’UNICA INQUIETANTE RIFLESSIONEMaldamore insomma, più che raccontare l’ipocrisia delle coppie stabili, con la stessa comicità forzata che sceglie, fa riflettere sul panorama cinematografico italiano, soprattutto in un momento come questo, dove i commenti in materia si accavallano sul vaglio di alcune nostrane eccellenze. Un film come questo, infatti, spaventa forse più di altri, perchè non può che essere l’esempio mastodontico della vuotezza assoluta della cinematografia italiana che sembra essersi smarrita da molto tempo a questa parte, non avendo più nulla d’importante da dire.

(Foto: italiapost.info; sceglifilm.it)

Valentina Malgieri

@V_Malgieri 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

2 Risponde a Maldamore: l’amore eterno non è una promessa, è una minaccia

  1. Pingback: “Maldamore” nei Cinema: Film Commedia con Cast stellare - Notizie In Diretta | VIDEODOMANI NEWS VIDEO E NOTIZIEVIDEODOMANI NEWS VIDEO E NOTIZIE

  2. Pingback: Maldamore, di Angelo Longoni - Sentieri Selvaggi | VIDEODOMANI NEWS VIDEO E NOTIZIEVIDEODOMANI NEWS VIDEO E NOTIZIE

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews