Malattie shock: uomo muore per infezione da tenie cancerogene

Migliaia di tenie cancerogene si sono sviluppate nel corpo di un quarantunenne colombiano. Deceduto in pochi giorni, la sua patologia ha sconvolto i medici

Un quarantunenne colombiano è deceduto a causa di una malattia definita dagli specialisti come assurda e sconvolgente. L’uomo è purtroppo morto per dei tumori estesi causati da un’infezione da tenie cancerogene.

UOMO DECEDUTO PER TENIE CANCEROGENE - Le tenie sono dei parassiti che possono svilupparsi nel corpo umano a seguito del consumo di carni animali infette. Secondo quanto dichiarato dal Dr. Atis Muehlenbachs, specialista del Centro Statunitense di controllo e prevenzione malattie, il caso dell’uomo infestato da tenie cancerogene è più unico che raro, tanto da essere stato segnalato sul New England Journal of Medicine.

UN CASO RARISSIMO – Si stima che al mondo più di 75.000 persone siano infestate dal verme solitario, anche se la probabilità in cui questo diventi cancerogeno è quasi inesistente. Il Dr. Atis Muehlenbachs, assieme ai ricercatori del museo di Storia Naturale del Regno Unito, è riuscito a trovare una spiegazione scientificamente plausibile a quanto accaduto allo sventurato colombiano.

LA SCOPERTA PREOCCUPANTE – Il paziente dalla bizzarra malattia si era affidato alle cure del Dr. Muehlenbachs nel 2013. All’inizio la diagnosi mostrava semplicemente la presenza massiccia di cellule tumorali nel fegato, nei polmoni e in altri organi dell’uomo anche se, dopo analisi più accurate, i medici hanno scoperto che dentro di lui si stavano moltiplicando delle tenie cancerogene, lunghe 4 cm.

La rarità della patologia è stata giustificata dalla salute cagionevole del colombiano. L’uomo soffriva infatti da anni di HIV: la patologia l’aveva portato a una condizione di salute precaria, abbassando notevolmente le difese del sistema immunitario e permettendo quindi lo sviluppo incontrollato di tenie nel suo intestino. Purtroppo, nonostante i medici fossero riusciti a scoprire l’origine della malattia, il colombiano è morto in pochi giorni.

Il colombiano era affetto da HIV: questa condizione ha facilitato il proliferarsi di parassiti cancerogeni nel suo intestino

PATOLOGIA AGGRESSIVA - Secondo quanto stabilito dalla ricerca degli specialisti che presero in cura il colombiano, le tenie cancerogene si sono sviluppate dopo l’insediamento nell’intestino dell’uomo. Una di queste era purtroppo cancerogena e, proliferando in maniera esponenziale nell’intestino per un valore di un migliaio di uova al giorno, ha infettato anche gli organi interni del colombiano.

Un caso estremamente singolare che sollecita la popolazione, ancora una volta, a controllare la qualità degli alimenti consumati e a cuocere con attenzione le carni animali.

 

Rachele Sorrentino

@rockeleisrock

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews