Malaria: un rigonfiamento nel cervello causa le morti

(Fonte foto: www.unicef.it)

(Fonte foto: www.unicef.it)

La malaria è ancora una della malattie più temibili nel mondo e che causa annualmente quasi 600.000 morti. Nella sola Africa i tassi di mortalità infantile per malaria cerebrale arrivano quasi a toccare il 25% dei decessi, mentre i principali processi patogenetici, così come le cause di morte restano sconosciuti. La scoperta portata alla luce dai ricercatori del Malawi, di cui da tempo si parlava senza averne certezza, evidenzia come un rigonfiamento nel cervello è spesso ciò che uccide i bambini che contraggono questo virus.

L’84% DEI BAMBINI MORTI AVEVA UN RIGONFIAMENTO- Da uno studio pubblicato su The New England Journal of Medicine si è scoperto come su un campione di 168 bambini, che avevano contratto la malaria celebrale, venticinque erano morti (15%) e tra questi 21 (84%) avevano un rigonfiamento nel cervello. Tra tutti coloro che invece erano riusciti a sopravvivere solamente il 27% aveva questo gonfiore. Ciò che uccide -dichiara il professor Terrie E.Taylor autore dello studio e docente presso la Michigan State College of Osteopathic Medicina- è lo smettere di respirare, perché il centro della respirazione, nel tronco celebrale, viene compromesso”.

(Fonte foto: www.wired.com)

(Fonte foto: www.wired.com)

VENTILATORI E FARMACI PER SALVARE I BAMBINI- Per cercare quindi di aumentare la sopravvivenza dei bambini africani, che più di tutti sono colpiti da questa malattia mortale, è quindi necessario che i centri ospedalieri siano dotati di ventilatori, che possano permettere di respirare durante quei giorni in cui il rigonfiamento si palesa in modo grave. Poiché a quanto pare la pressione intracranica dura solamente per alcune ore ed è quindi un elemento transitorio, che può risultare però fatale. Un’altra soluzione potrebbe essere anche l’assunzione di alcuni farmaci, come gli steroidi e il mannitolo, anche se ancora gli studi in atto hanno bisogno di ulteriori approfondimenti.

TRA IL 2000 E IL 2013 I MORTI PER MALARIA SONO DIMEZZATI- L’Organizzazione Mondiale per la Sanità afferma che in tredici anni i morti per malaria siano scesi del 47% in tutto il mondo, con un calo del 54% solo in Africa. Nonostante questo però ogni anno si manifestano 200 milioni di nuovi casi e tra questi 200 mila bambini non riescono a sopravvivere. Purtroppo nelle aree povere e disagiate anche la più semplice profilassi  e l’uso di zanzariere trattate con insetticida risultano essere miraggi.

Gloria Maria Rossi

@Goia1988

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews