Mal di testa: gli antidolorifici potrebbero accentuare il dolore

mal di testa emicrania

Mal di testa: abusare di antidolorifici può aggravare il problema

Non sempre i farmaci risolvono i problemi, ma che medicinali specifici per un disturbo possanno correre il rischio addirittura di aggravare la situazione è davvero preoccupante. Eppure così sembrano pensare alcuni esperti del Nice, il National Institute for Health and Clinical Excellence, riguardo gli antidolorifici per la cura del mal di testa, normalissimi farmaci da banco per cui non serve la ricetta e che quasi tutti hanno sempre in casa.

I ricercatori hanno recentemente messo a punto le prime linee guida per il trattamento del mal di testa e sono convinti che, in almeno 1 caso su 50, l’individuo che soffre di mal di testa lo deve proprio all’abuso di sostanze contenute nei medicinali studiati per farlo passare. Abuso quindi, non uso occasionale e sporadico, cioè un ricorso frequente a medicinali a base di paracetamolo o ibuprofene per tentare di combattere emicranie persistenti e prolungate nel tempo.

Chiarisce la questione il professor Martin Underwood, medico e docente della Warwick Medical School e coordinatore del gruppo di ricerca, spiegando come l’aspirina e altri comuni farmaci utilizzati quando si ha mal di testa siano efficaci per alleviare il dolore quando questo è  occasionale, ma che assumerli quando il disturbo è continuo e frequente – ad esempio giornaliero -  può non solo ridurne l’efficacia, ma anche causare ulteriore dolore.

«Esistono diversi trattamenti efficaci per i tipi di mal di testa più comuni – ha specificato Underwood – ma l’assunzione di questi farmaci per più di 10 o 15 giorni nell’arco del mese può causare l’effetto contrario, inducendo una cefalea da uso eccessivo, malattia invalidante e prevenibile»: il punto è quindi proprio quello di individuare il preciso tipo di mal di testa di cui si soffre per agire con la terapia più adatta.

Eppure Gillian Leng, altra esperta del Nice, ha sottolineato che spesso capire le cause alla base del mal di testa non è affatto semplice. Ciò non deve comunque mai spingere il paziente ad una cura fai da te, spesso degenerante nell’abuso di farmaci il cui effetto non può essere sottovalutato e che soprattutto portano ad un circolo vizioso (più dolore, più medicinali, più dolore). Il consiglio a tutti è perciò di prestare la massima attenzione alle caratteristiche del proprio mal di testa e comunicare subito al medico quando gli antidolorifici non agiscono o lo peggiorano: potrebbe essere d’aiuto per scoprire e contrastare il problema alla base del dolore.

Laura Dabbene

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews