Mai più pizza fredda e in ritardo grazie a Dru, il fattorino robot

Dru, il fattorino robot veloce ed efficiente, dotato di Gps integrato, sistema self-driving, di uno scomparto caldo per la pizza ed uno fresco per le bibite

Pizze fredde, bibite calde ed attese interminabili: sono gli spiacevoli inconvenienti delle consegne a domicilio. Ma grazie a Dru tutto questo potrebbe rivelarsi solo uno spiacevole, vecchio ricordo. Di chi si tratta? Del fattorino robot studiato per ottimizzare tempi e qualità dell’ordine. Il progetto, realizzato dalla catena di pizzerie Domino’s in collaborazione con la startup Marathon Targets, è stato presentato ieri in Australia.

L’INCUBO DELLE CONSEGNE A DOMICILIO – Quante volte vi sarete trovate in preda all’irrequietezza data dal dover attendere oltre ogni ragionevole limite di tolleranza, annessa ad un incontenibile senso di fame? Quanti di voi in seguito a diverse chiamate di sollecito in pizzeria, condite con scuse di circostanza, hanno poi dovuto accontentarsi di un pasto ormai freddo – e per questo spesso immangiabile –  o peggio hanno finito per ripiegare su quel unico bastoncino rimasto in freezer? Diciamocelo, il ragazzo delle pizze sarà anche il sogno proibito di molte teenegers, ma non è certo infallibile. Dru, invece, lo è.

LE DOTI DI FATTORINO ROBOT - Domino’s Robotic Unit – questo il suo nome di battesimo – è un robot che sfrutta la tecnologia militare col solo obiettivo di garantire alle consegne temperature dei cibi idonei e tempi rapidi. Come ci riesce? Utilizzando lo stesso sistema delle self-driving car, capace di analizzare l’ambiente circostante ed evitare ostacoli. E inoltre, il GPS integrato, individuare il percorso più veloce è un “gioco da…macchine”. Immancabili optional in dotazione al prototipo: due appositi scomparti, uno riscaldato per la pizza ed uno fresco per le bibite.

L’INAUGURAZIONE - L’8 Marzo 2016 DRU ha effettuato la sua prima consegna, seguito dall’occhio vigile delle telecamere della compagnia Domino’s. Pizze arrivate calde, bibite fresche, clienti soddisfatti. La Domino’s ha lavorato col Dipartimento dei Trasporti del Queensland, in Australia, per far sì che il robot rispettasse tutti i parametri per la circolazione. Tra sei mesi potrebbe essere già pronto per la produzione industriale, ma prima che Dru bussi realmente alle nostre porte dovremo aspettare almeno due anni.

Antonietta Mente

@AntoMente

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews