M5S, prosegue lo scontro tra Gambaro e Beppe Grillo

Adele Gambaro, la senatrice accusatrice di Beppe Grillo

Roma – A suon di accuse, minacce e insulti prosegue l’ennesimo scontro tutto interno al MoVimento 5 Stelle, la sempre più irrequieta creatura politica dell’ex comico Beppe Grillo. A farla da padrone, in questi giorni, sono le dichiarazioni della senatrice Adele Gambaro, che ha addirittura minacciato Grillo di denuncia se non recederà dalle sue minacce di espulsione: «Se Grillo minaccia, lo denuncio», queste le parole della senatrice “ribelle”, che il capo del MoVimento vorrebbe si trasferisse nel Gruppo Misto al Senato.

L’accusa di «averci fatto perdere le elezioni» formulata dalla Gambaro troverebbe, infatti, consensi tra i suoi compagni di partito, e forse per la prima volta Grillo potrebbe essere in minoranza tra i ranghi della compagine di 160 parlamentari eletti sotto il simbolo con il suo nome. Le posizioni sono molteplici: dai fedelissimi, come l’ex capogruppo al Senato Vito Crimi, agli innocentisti, fino ai difensori della Gambaro, come Luis Orellana, già candidato alla presidenza della Camera, al quale «le espulsioni non (mi) piacciono».

Proprio tra Vito Crimi, Nicola Morra e la Gambaro si è tenuta ieri una riunione al fine di valutare la situazione attuale, dato che la procedura di espulsione, alla quale Grillo vorrebbe che fosse sottoposta, ma che rischierebbe di terminare con un nulla di fatto, e dunque mettere il “capo” in difficoltà evidente.

Libertà di opinione, libertà di espressione, capacità di dare giudizi e, per contro, impossibilità di criticare Beppe Grillo, padre fondatore e deus ex machina del MoVimento. I due fronti interni al partito sono poco netti nei loro confini, e il rischio di scissione pare farsi sempre più concreto, specie dopo l’annuncio che i parlamentari si doteranno di una nuova piattaforma web, separata dal sito Beppegrillo.it, per discutere e confrontarsi in maniera indipendente. Indipendenza, uno dei capisaldi dell’attività parlamentare dei grillini.

Stefano Maria Meconi

@_iStef91

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a M5S, prosegue lo scontro tra Gambaro e Beppe Grillo

  1. avatar
    walter 14/06/2013 a 08:52

    Sono sicuro di rappresentare il pensiero di molti anzi “troppi” che avevano creduto non certamente in Grillo (comico era e comico rimane), ma credevano in un movimento giovane che poteva dare un imput diverso al mondo dela politica, e avevano votato il M5S, più per mancanza di alternative pulite che per altro.
    Basta ascoltare un comizio (due sono troppi) di piazza che fa beppe grillo. Stesse cose buttate lì in preda ad una paranoica necessità di apparire, di fare male a quel sistema che lo aveva rifiutato. Speriamo soltanto che all’interno di quel movimento ci siamo giovani responsabili, che sappiano raccogliere ormai quello sparuto numero di preferenze rimaste dopo tanto scempio e che sappiano capire che è dentro il Parlamento che si cambia l’italia.
    Walter

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews