M5S, Grillo attacca: “Blog inquinato da schizzi di merda digitali”

grillo

Beppe Grillo (it.notizie.yahoo.com)

Roma - Beppe Grillo torna a tuonare contro i partiti attraverso il suo blog, e lo fa accusando infiltrazioni di nemici del movimento che avrebbero negli ultimi tempi preso di assalto il sito per  dar modo a telegiornali e talk show di inventare storie su spaccature interne al M5S, con “lerci e studiati copia e incolla” di commenti pescati con astuzia dal blog. Dato che nel blog chiunque può commentare questo non vuol dire nulla. Prima vomitano i commenti sul blog e poi li rivomitano nelle televisioni”.

Il leader del Movimento 5 Stelle, sembra avere un’idea precisa di quale sia la provenienza di queste “orde di trolls, di fake, di multinick, che scrivono con regolarità dai due ai tremila commenti al giorno sul blog. Qualcuno evidentemente li paga per spammare dalla mattina alla sera”. Grillo definisce questi commenti creati ad hoc, “schizzi di merda digitali”, e li suddivide in diverse categorie in base al genere di commento.

Ci sono ”gli appellanti” per la governabilità per il bene del Paese, del votaBersani, votaBersani, o del votaGrasso, votaGrasso. Ci sono poi i “divisori”, che “chiedono a Grillo di mollare Casaleggio, al M5S di mollare Grillo e a tutti gli elettori del M5S di mollare il M5S per passare al pdmenoelle”. Poi ci sono i cosiddetti “ex”, “i quali si presentano anche con tutta la famiglia e persino con gli amici”: “Grillo, siamo un un gruppo di tuoi estimatori, io, mia moglie, le nostre due figlie e i loro fidanzati. Non ci rispecchiamo più nel tuo comportamento antidemocratico. Il voto la prossima volta lo daremo al pdmenoelle che è più serio”. Vi è inoltre il gruppo degli “accusatori“, che “si attaccano alle fortune che io e Casaleggio staremmo accumulando alle spalle del M5S”. Ci sono poi i “critici di giornata” che criticano in massa qualunque cosa tu abbia appena detto o fatto “con lunghe e articolate argomentazioni di 2.000 caratteri”.

Questa pesante accusa non è il primo attacco partito nella giornata di oggi dal blog di Beppe Grillo. In mattina l’obiettivo erano stati i neo-eletti presidenti delle Camere, Laura Boldrini e Piero Grasso.”Celebrati dai giornaloni e dai partiti come le effigi del cambiamento, il segno del rinnovamento, l’espressione della società civile (dando così implicitamente per scontato la società civile non sia mai stata rappresentata). In realtà sono la più moderna manifestazione della partitocrazia. Foglie di fico: brave persone accuratamente selezionate per coprire personaggi che sanno benissimo di essere impresentabili, ma che in questo modo continuano a sopravvivere”.

Davide Lopez
@davidelopez1986

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews