Il nuovo libro di Andrea Camilleri: Il tuttomio

Il nuovo libro di Andrea Camilleri

Il tuttomio - la copertina

E’ uscito in tutte le librerie il nuovo libro di Andrea Camilleri, Il tuttomio (Mondadori 2013, «Scrittori italiani e stranieri» 16,00 €).

Al termine del funerale della moglie, Giulio sta uscendo dal cimitero in cui è stata sepolta e si accinge a tornare in città per proseguire la propria vita d’ora in avanti solitaria. D’un tratto scorge una donna piangere e singhiozzare seduta su un sepolcro: vorrebbe ignorarla, ma la giovane è il ritratto della disperazione. Allora si avvicina e lei, quando smette di piangere, si fa caricare in macchina e lo segue docile, cominciando a narrargli le sue sfortunate vicende.

Arianna, così si chiama la donna, è poco più che trent’enne, ma è già rimasta vedova del primo marito. Ha un modo di fare infantile che attrae immediatamente Giulio: da quel primo incontro non si separano più e lei si trasferisce a casa di lui, prima come ospite, poi come fidanzata e moglie. Ma Giulio ha un segreto che si trova costretto a confessare non appena Arianna prova a entrare nel suo letto per fare l’amore: in seguito a un incidente è ridotto all’impotenza sessuale, è praticamente un eunuco. Lei accetta la situazione, tanto si è affezionata a quell’uomo così premuroso e che l’ha aiutata: ma il non avere una vita sessuale pesa come un macigno. Tuttavia decide di non parlarne al compagno.

Giulio però intuisce presto cosa si cela dietro il malumore della moglie. Ha un’idea: una volta alla settimana possono trovarsi in un luogo appartato e selezionare un partner che soddisfi le esigenze della donna.  Lei accetta e cominciano così un gioco che dovrebbe essere controllato, ma che ben presto sfugge di mano a entrambi. Perché Arianna è fondamentalmente una bambina capricciosa e con gravi disturbi della personalità: lo dimostra il fatto che, come da piccola, ancora oggi si è costruita una stanza, il «tuttomio», in cui nasconde i suoi più turpi segreti, sfoga i suoi istinti sadici e omicidi e parla con la sua migliore amica Stefania, una bambola di porcellana. Non si può lasciare in mano a una persona così disturbata un gioco tanto delicato: il rischio di farsi male è troppo alto.

Andrea Camilleri cambia genere e si cimenta in un romanzo erotico, probabilmente sulla scia dei casi editoriali degli ultimi mesi, primo fra tutti Cinquanta sfumature di grigio (E. L. James, Mondadori 2012, «Omnibus» 14,90 €). La domanda che sorge spontanea di fronte a questa scelta è tanto scontata da essere banale: perché? Perché un Maestro della letteratura contemporanea ha scelto di dare vita a una storia squallida e morbosa come quella raccontata in questo romanzo di basso livello letterario e artistico?

kids468x60

L’uomo che ha sceneggiato Maigret per il pubblico televisivo, ha inventato lo straordinario personaggio del commissario Montalbano, ha regalato perle della letteratura come La scomparsa di Patò (Mondadori 2002, «Oscar Bestsellers» 9,50 €) e La concessione del telefono (Sellerio 1998, «La memoria» 10 €), decide di cimentarsi nel genere che nel 2012 ha riscosso maggior successo nelle librerie di un Paese culturalmente degradato: l’erotico. Ma esiste un equivoco di fondo da chiarire: la narrazione dell’eros, di giochi eccitanti e pericolosi, di relazioni conturbanti e spinte oltre i limiti è cosa ben diversa dal contenuto morboso e vagamente squallido di questo incomprensibile romanzo.

Anche la scelta di una protagonista femminile, a ben guardare una rarità nel panorama del grande scrittore siciliano, avrebbe potuto essere un’opportunità da cogliere per costruire un personaggio di rilievo letterario: invece il profilo psicologico di Arianna, per quanto indubbiamente preparato con cura, è in fin dei conti tanto squilibrato da risultare banale e semplicemente funzionale a un racconto morboso. La sua immaturità e i suoi disturbi sono portati all’eccesso, così come all’eccesso è trascinata tutta la storia narrata da Camilleri.

Il nuovo libro di Andrea Camilleri

Andrea Camilleri letterefilosofia.it

Infine l’autore compie un’altra mossa originale rispetto al resto della sua produzione: utilizza la lingua italiana, abbandonando il consueto stile misto italiano-siciliano. Non è una scelta sbagliata di per sé, stante la straordinaria capacità narrativa di Andrea Camilleri: ma, calato in questo contesto, è un elemento di nostalgia in più per le magnifiche storie che fino a oggi ci ha regalato.

In conclusione, Il tuttomio (Mondadori 2013, «Scrittori italiani e stranieri» 16,00 €) è solo un libro pornografico in più di cui non si sentiva la mancanza e che ha un solo tratto davvero positivo: aumenta l’attesa per il prossimo ritratto della Sicilia, o la prossima avventura del commissario Montalbano. Come se questa infelice parentesi non fosse mai stata aperta.

Daniele Leone

@DanieleLeone31

Andrea Camilleri. Il tuttomio. Mondadori 2013, «Scrittori italiani e stranieri» 16,00 €

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews