Lukas Podolski: chi è il nuovo rinforzo dell’Inter

podolski

È arrivato il primo importante colpo del calciomercato di riparazione per quello che riguarda la Serie A: Lukas Podolski sarà a disposizione dell’allenatore dell’Inter Roberto Mancini. Stando ai primi retroscena, il presidente Erick Thohir dovrà versare nelle casse dell’Arsenal circa 600.000 euro per il prestito del giocatore.

CARATTERISTICHE - Nato il 4 giugno del 1985 in Polonia, Podolski va a coprire una lacuna importante nella rosa dell’Inter. È infatti l’unico giocatore in grado di ricoprire il ruolo di ala sinistra. Podolski però è un giocatore duttile ed è in grado anche di giocare come punta centrale (atipica visto che è alto solamente 182 centimetri) e seconda punta. L’Inter da adesso in poi potrà giocare senza eccessiva apprensione per le condizioni dei suoi attaccanti. Da agosto ad oggi, infatti, i nerazzurri hanno giocato solo con tre attaccanti: Mauro Icardi, Pablo Daniel Osvaldo e Rodrigo Palacio. Si arriva a quattro solo se si considera anche il talento della primavera Federico Bonazzoli, classe 1997, che può già vantare trentasei minuti in Serie A distribuiti in tre partite.

I NUMERI DI PODOLSKI - Nella prima parte di stagione giocata con l’Arsenal, Podolski ha totalizzato sette presenze in Premier League senza mai segnare. In Champions League – l’Arsenal ha affrontato Borussia Dortmund, Anderlecht e Galatasaray concludendo il girone a 13 punti – Podolski ha segnato tre reti. La sua miglior stagione, se non si considera l’anno disputato nella Serie B tedesca in cui segnò 29 gol fra campionato e coppa, è stata l’ultima con la maglia del Colonia, quattro anni fa. In 29 presenze segnò 19 gol e realizzò nove assist.

 

CARRIERA - Dal 2003 al 2006 Podolski ha giocato con il Colonia. In campionato totalizzò un totale di 81 presenze in campionato, 46 gol e 18 assist. Si trasferì poi a Monaco di Baviera dove giocò con il Bayern Monaco. Nella prima stagione segnò quattro gol ed esordì nella competizione europea più affascinante ed importante: la Champions League. In sette presenze, però, segnò solo un gol. La stagione successiva mise a segno cinque reti e due assist sia in campionato che in Coppa Uefa. Nella stagione 2008/09 segnò sei reti in campionato – e ben sette assist – in Bundesliga e due gol in Champions League. Nel luglio del 2009 ritornò a Colonia. Il primo anno andò male: solo due gol in 27 presenze. La seconda stagione si riscattò battendo per tredici volte – più otto assist – i portieri avversari. Nel corso della terza stagione segnò ben 18 gol. L’Arsenal bussò poi alle porte del Colonia portandosi via Podolski. Durante la sua prima stagione con i Gunners segnò 11 reti e 10 assist in Premier League e realizzò quattro gol in Champions League. La stagione scorsa arrivò a giugno con 8 gol e 4 assist in campionato e una rete in Champions League.

BACHECA - Podolski ha vinto una Bundesliga, una Coppa di Germania e Coppa di Lega tedesca con il Bayern Monaco e una Coppa d’Inghilterra e una Community Shield con l’Arsenal. Inoltre, nell’estate scorsa si è laureato campione del mondo con la nazionale guidata da Joachim Löw. Podolski però nel mondiale brasiliano ha totalizzato solo due presenze, entrambe nella fase a gironi contro Portogallo e Stati Uniti.

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi


foto: asromachannel.eu; Idris, Fahmi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews