Lo spettro: il nuovo avvincente romanzo di Jo Nesbø

La copertina del libro

Harry Hole è tornato all’inferno. In quella Oslo da cui era fuggito, lontano da Rakel, l’amore tormentato della sua vita, lontano dalla sua vocazione di poliziotto, lontano dall’alcol che gli stava dilaniando corpo e anima. Ma ora Oleg, il figlio di Rakel, il ragazzo che lui aveva cresciuto da padre, è nei guai: è stato arrestato per l’omicidio del migliore amico Gusto Hanssen. Le prove sono schiaccianti: nessun’altra impronta a parte le sue nell’appartamento che condividevano. Nessun alibi. Nessuna traccia di altre presenze.  Non solo: Oleg e Gusto erano entrambi tossicodipendenti. Per la polizia non ci sono dubbi: un omicidio nel mondo della droga, un banale regolamento di conti tra due “rifiuti” della società.

Ma Harry non vuole crederci: torna nel suo personale inferno e comincia ad indagare. Scopre che entrambi i giovani erano dipendenti dalla “violina”, una nuova versione della comune eroina. Scopre che entrambi la spacciavano per conto di un uomo misterioso, chiamato Dubai, ma che di arabo non ha niente: le tracce portano infatti alla criminalità organizzata russa.  Ma più scava, più Dubai si rivela inafferrabile: nessuno lo ha mai visto in faccia, nessuno conosce davvero la sua storia. É uno “spettro” che governa indisturbato il traffico di droga a Oslo.

Harry Hole si lancia nelle indagini seguendo l’istinto: quello di un uomo che non ha più nulla da perdere, dopo essersi giocato gli affetti molto tempo prima, e quello del poliziotto che non si accontenta delle versioni ufficiali, ma che insegue la verità fino in fondo, a costo di rischiare la propria vita, perseguitato da spettri vecchi nella sua anima e nuovi in carne e ossa. Alla tanto agognata verità ci arriverà Harry, dopo innumerevoli colpi di scena, pericoli e avventure. Ma sarà solo l’aprirsi di nuove e sanguinolente ferite.

Jo Nesbø regala ai lettori un’altra avventura del protagonista dei suoi romanzi: Harry Hole, la raffigurazione dell’antieroe. Poliziotto brillante e coraggioso, ma la cui fragilità terribilmente umana si riflette nell’incapacità di costruire rapporti duraturi e nella dipendenza dall’alcol. Nel corso della storia Harry si scopre non molto di diverso da Oleg: come lui ha infatti cercato un facile rifugio nella dipendenza, sgretolando l’amore di chi lo circondava.

Jo Nesbo

Jo Nesbo

L’autore questa volte si spinge nelle angosce e nelle paure del protagonista come forse non aveva mai fatto: questo avvicina il libro, da semplice thriller, a un vero e proprio noir, nel solco della tradizione di James Ellroy, Jean-Claude Izzo e Giorgio Scerbanenco. Come nelle storie dei maestri infatti la narrazione è costituita non solo di omicidi e indagini, ma anche di lunghe e malinconiche introspezioni.

La trama è avvincente, ben costruita e ricca di colpi di scena che costringono il lettore a restare avvinghiato alle pagine. Le descrizioni sono dettagliate e la scrittura scorre veloce per l’intero romanzo. Ma soprattutto, il protagonista permette di identificarsi in lui con disarmante facilità, nella sua audacia, nelle sue intuizione e nelle sue debolezze. Probabilmente il più bel libro di Jo Nesbø e uno dei noir più interessanti nel panorama della letteratura degli ultimi anni.

Daniele Leone

Jo Nesbø. Lo spettro. Torino, Einaudi 2012, «Stile Libero Big». € 19,00

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews