Lo Spazio a portata di mano: ecco la navicella spaziale all’asta

L'unica navicella spaziale russa riutilizzabile sarà messa all'asta a inizio maggio in Belgio: VA ha volato due volte, sul finire degli anni '70

navicella

La navicella Vozvrashchayemyi durante il trasporto (lempertz-spacesale.com)

Bruxelles – La Russia e la corsa allo spazio vanno all’asta: sarà venduto, infatti, uno dei cimeli dell’epopea spaziale sovietica. Si svolgerà il 7 maggio presso la prestigiosa galleria Leroy Fréres la prima asta europea per una navicella spaziale: la casa d’aste Lempertz venderà al miglior offerente l’unico veicolo spaziale russo che ha viaggiato nello spazio ben due volte, una capsula VA (Vozvrashchayemyi Apparat Space Capsule).

VOZVRASHCHAYEMYI APPARAT SPACE CAPSULE – La navicella spaziale russa ha una storia di tutto rispetto. Sviluppata negli anni ’70, in piena epoca di Guerra fredda, mentre gli Stati uniti preparavano gli Shuttle, venne lanciata in orbita nell’estate del 1977 e nel marzo del 1978. Si tratta, quindi, dell’unica navetta riutilizzabile made in Urss, una caratteristica che condivide proprio con lo space Shuttle statunitense.

navicella

La Vozvrashchayemyi (VA) in mostra in Germania (yimg.com)

TRE POSTI, DUE VIAGGI – La capsula ha spazio sufficiente per tre astronauti e pesa oltre due tonnellate. All’asta verrà messa l’intera complessa struttura, composta di tre parti: la sezione per i cosmonauti, il compartimento frontale con radio e sistemi di servizio e il pod di fuga, progettato per ospitare l’equipaggio in caso di incidente durante il rientro.
Il suo doppio volo nello spazio può essere giustamente considerato una delle tappe miliari della storia del viaggio umano nel cosmo: anche se nessuna delle due missioni è ufficialmente catalogata, trattandosi perlopiù di rapidi voli orbitali di test, la realizzazione della navetta ha comportato notevoli avanzamenti nello sviluppo dell’ingegneria aerospaziale.

L’ASTA – L’attesa per l’asta ovviamente è notevole: Lempertz ha fissato una base d’asta di 100.000 dollari ma l’attesa è di superare il milione e, possibilmente, avvicinarsi ai due milioni di dollari. Anche se la navicella non è particolarmente nota al di fuori del ristretto gruppo di specialisti, detiene un importante primato e potrebbe far gola a molti. La stessa capsula era stata presentata a Berlino a inizio aprile, dove è stata visibile al pubblico per alcuni giorni, prima che si avviassero le procedure di trasferimento in vista della messa all’asta in Belgio.

navicella

Ricostruzione grafica del volo della navicella Vozvrashchayemyi (ansa.it)

PRECEDENTI – VA non è la prima navicella spaziale a essere posta all’asta: il 12 aprile 2011 a New York, Sotheby’s batté la Vostok 3K1-2, modello usato da test per il viaggio di Gagarin, posta in orbita un mese prima con un manichino e il cane Zvezdochka. Ora è proprietà di un miliardario russo che, dopo averla pagata 2.8 milioni di dollari, ha l’intenzione di cederla a un museo dello spazio della sua nazionale.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews