Lo scaffale dimenticato

Nicoletta Santini, “La Mummiona e altre storie. Le avventure della gatta Panino Panino”, Civitavecchia, Prospettivaeditrice, 2005 («Il treno dei desideri», 7)

di Laura Dabbene

La copertina del libro

Quello di Nicoletta Santini, appena ristampato, non è un vero e proprio libro da rispolverare, come quelli di cui solitamente si tratta in questa nostra rubrica dedicata alle recensioni letterarie, ma lo si è voluto includere qui come ospite speciale per un motivo diverso. Oltre all’essere una raccolta di racconti per giovani lettori, ma spassosi anche per i più grandi, il libro vuole in questa sede rappresentare tutte quelle pubblicazioni che ogni giorno escono dalle presse delle piccole e medie case editrici. Wakeupnews, come i lettori più affezionati sanno bene, è molto attenta a dare luce e visibilità all’editoria “minore” e indipendente, perché questa, oltre a difendere la bibliodiversità, rappresenta un terreno di continua ricerca (per l’editore) e scoperta (per il lettore). Spesso nessun libro più di quelli stampati da piccoli editori, privi della risonanza mediatica della pubblicità sui grandi mezzi d’informazione, rischia di essere dimenticato sugli scaffali di una libreria.

E per le storie raccontate da Nicoletta Santini sarebbe un vero peccato, perché i personaggi nati dalla sua penna, e raffigurati dal suo pennello considerato che le illustrazioni del volume sono della stessa autrice, costituiscono una parata di animali tanto bizzarri e strampalati quanto impossibili da non amare. Il cane Rocco, il ragno Astolfo, il topo Leonardo e il topo Ettore, cui si unisce lo scheletro Scheo, che parla attraverso forbite citazioni, talvolta anche in latino. Capo della brigata è una vulcanica gatta vegetariana, la Panino Panino, già protagonista dell’opera prima di Nicoletta Santini, Le sette fatiche della gatta Panino Panino, che in questa seconda serie di avventure rompe le regole del rapporto tradizionale tra il narratore e il suo personaggio: legata e imbavagliata la scrittrice, l’intraprendente felino vorrebbe mettersi in prima persona dietro la macchina da scrivere, per gestire da sé il proprio futuro, ma non tutto va come lei vorrebbe.

L’autrice Nicoletta Santini

Panino Panino e i suoi compagni si ritrovano così, con salti temporali e geografici, in un vortice di situazioni inaspettate: perduti in una misteriosa e labirintica piramide dove affrontare una grande mummia, la Mummiona appunto, oppure prigionieri in un lugubre castello della Transilvania abitato dal minaccioso Drakulon de Drakulone, o ancora a zonzo per una campagna selvaggia infestata dai terribili gatti zombi. Ma non sono tutte di fantasia le mirabolanti ambientazioni create dall’autrice, che tra un balzo e l’altro catapulta la gatta e i suoi amici in un normalissimo studio medico, dove cicciottelle signore con sgargianti ed informi abiti a fiori aspettano di sottoporsi ad un miracolosa cura dimagrante per poter indossare ben più provocanti capi di tendenza. Non è meno divertente questo richiamo contemporaneo alla “dittatura dell’immagine” rispetto a tutti gli scenari fantastici o alle lotte rocambolesche che coinvolgono la gatta pasticciona. Ai più piccoli piaceranno senza dubbio le intricate avventure/disavventure della Panino Panino e la sua banda, ai più grandi, magari leggendo ad alta voce le storie per chi ancora non sa leggere da solo, resterà il piacere di riconoscere e smascherare le citazioni più o meno nascoste tra le righe, a partire dal nome della scrittrice di thriller che, impossessatasi della macchina da scrivere, coinvolge tutti in una storia vampiresca: Stefanella King.   

FOTO: www.medeaonline.net; www.123people.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews