Lo scaffale dimenticato

Manuel Vázquez Montalbán

Manuel Vázquez Montalbán è uno degli scrittori spagnoli più celebri degli ultimi 50 anni. Grande tifoso del Barcellona, giornalista, ed esperto gastronomo, lo scrittore catalano ha ottenuto il successo letterario grazie alla lunga serie di romanzi noir che hanno come protagonista Pepe Carvalho. Grazie a questo personaggio e alle sue indagini, Montalbán è diventato una delle penne più illustri del panorama noir europeo, la cui arte è stata interrotta solamente dall’infarto che ha colpito lo scrittore nel 2003 mentre si trovava all’aeroporto di Bangkok, decretandone la morte prematura a soli 64 anni. Una curiosità: il nostro Andrea Camilleri assegnò il cognome di Montalbano all’ispettore protagonista delle sue opere, proprio in onore dello scrittore catalano, suo amico personale, oltre che ispiratore.

Ex agente segreto e ora investigatore privato, Pepe Carvalho è un uomo tutto d’un pezzo, un duro, dal passato semi sconosciuto e dal carattere forte e deciso. La Solitudine del Manager è il terzo romanzo della serie: Pepe si trova coinvolto nelle indagini riguardanti il manager Antonio Jaumà, da lui conosciuto casualmente molti anni prima durante un viaggio in aereo negli Stati Uniti, che è stato trovato morto nei dintorni di Barcellona. Noto donnaiolo e viveur, l’uomo è stato trovato con un paio di mutandine da donna nella tasca dei pantaloni.

La polizia etichetta il caso come vendetta da parte del protettore di una prostituta frequentata dall’uomo e trattata in maniera irrispettosa. La moglie del defunto invece non crede alla tesi della polizia e assume Carvalho per far luce sull’assassinio. L’investigatore interroga tutti gli amici più stetti di Jaumà, che con lui hanno condiviso un certo attivismo politico giovanile e hanno successivamente guadagnato la loro rispettabile posizione nella classe benestante catalana in maniera più o meno lecita.

L’investigatore si scontrerà contro un muro invalicabile eretto da poteri forti non necessariamente sconosciuti, arrivando a rischiare la propria vita e quella di Charo, sua ragazza, una prostituta di professione.

Un bellissimo romanzo noir da leggere tutto d’un fiato, senza dubbio uno dei migliori della serie di Carvalho. Una sordida Barcellona dominata da una lobby di poteri forti che contrasta con la meravigliosa e suggestiva città descritta con maestria da Montalbán: la Barcellona dei vicoli e delle Ramblas, dei mercati, dei bar e dei piccoli ristoranti. Una città affollata e caotica ma ordinata al tempo stesso, l’habitat naturale di Carvalho, dentro al quale si muove e conduce le indagini con disinvoltura e mestiere.

Un romanzo amaro al punto giusto, un noir forte che ha come protagonista un personaggio forte ma simpatico: una sorta di Philip Marlowe in salsa catalana, amante della buona cucina, ma identico nel rigoroso senso del dovere e nella morale difficilmente intaccabile.

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews