Lo scaffale dimenticato

Maggie Cassidy è un romanzo sotto alcuni aspetti atipico, se confrontato con le opere più importanti della bibliografia di Jack Kerouac. Scritto nel 1953 e pubblicato solo nel 1959 dopo il successo di Sulla Strada, Maggie Cassidy rievoca l’adolescenza di Jack Duluoz, il consueto alter ego letterario di Kerouac. La vita tranquilla della cittadina di Lowell viene descritta con la grazia e raffinatezza nostalgica tipica dei ricordi d’infanzia. Kerouac utilizza la sua famosa (e qui già consolidata) prosa spontanea, che in questo romanzo raggiunge notevoli picchi di potenza evocativa e suggestione descrittiva.

Al centro della storia, ambientata tra il 1938 ed il 1939, le vicende amorose che intercorrono tra il protagonista e la dolce Maggie Cassidy. La giovane si insinua lentamente nella vita del protagonista, a partire dal loro primo incontro durante una festa dell’ultimo dell’anno. Con il passare dei mesi i due inizieranno una delicata storia d’amore adolescenziale, con tutti i turbamenti e i problemi che ne derivano. La svolta nel racconto è rappresentata dal trasferimento a New York del protagonista, per frequentare l’università e intraprendere una carriera di sportivo di successo.

La vita, come sappiamo tutti, continuò poi diversamente per Jack Kerouac, che da promessa del football americano, divenne un vagabondo tuttofare, capostipite e simbolo di una nuova generazione di scrittori.

Da sottolineare come Maggie Cassidy non sia solo il racconto del primo amore di Jack Kerouac: in esso viene descritta la tranquilla vita di provincia di Lowell nel Massachusetts (città natale dello scrittore), dove tutti si conoscono e tutti condividono gli stessi interessi. Tra le pagine del libro, Kerouac rievoca le sue amicizie, i suoi primi successi sportivi, le feste con gli amici e gli aneddoti dei tempi delle scuole superiori.

Ancora lontani i tempi dei vagabondaggi in auto per gli angoli degli Stati Uniti, del Buddismo, delle esperienze con le droghe, dell’alcool e del successo della beat generation. Ci troviamo di fronte ad un breve romanzo di vita provinciale americana, delicato e inquieto, proprio come l’adolescenza, qui magistralmente descritta da un Kerouac in buona forma.

Jack Kerouac

Stupisce che un romanzo del genere (di un autore di culto come Jack Kerouac) sia fuori stampa da diversi anni e di difficile reperibilità anche nel mercato dei libri usati. Un’opera di valore, forse non al livello dei suoi masterpiece, ma sicuramente molto più interessante di tante pubblicazioni postume di Kerouac che affollano gli scaffali delle librerie. Queste sono infatti per la maggior parte opere di poco valore, quasi delle operazioni commerciali fatte ad hoc per sfruttare la fama di uno scrittore di culto morto nemmeno cinquantenne, distrutto dall’alcool e dalla vita.

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews