Lo scaffale dimenticato

Copertina "Il buio oltre la siepe"

Il Buio oltre la Siepe rappresenta un caso raro nella storia della letteratura: pubblicato nel 1960 come romanzo di esordio della scrittrice Harper Lee, divenne in pochi mesi un successo clamoroso, che lo portò a vincere addirittura il Premio Pulitzer nello stesso anno della sua pubblicazione. Harper Lee fu amica d’infanzia di Truman Capote. La loro amicizia si mantenne nel tempo (la scrittrice fu assistente personale di Capote durante le sue ricerche precedenti alla stesura del capolavoro A Sangue Freddo) e Capote la esortò ripetutamente a mettere per iscritto le sue esperienze di gioventù, avendo intuito il talento letterario dell’amica. Il risultato fu Il Buio oltre la Siepe, folgorante romanzo d’esordio entrato nella stoia della letteratura americana del ‘900.

La storia è semplice ma significativa: Atticus Finch è un onesto avvocato di una piccola cittadina dell’Alabama che viene incaricato di difendere un ragazzo di colore accusato ingiustamente di violenza carnale nei confronti di una ragazza bianca. L’avvocato è padre di due figli, Jem, maschio adolescente, e la piccola Scout di 8 anni, che racconta le vicende dal suo punto di vista di bambina molto matura, che dimostra una grande forza d’animo e un’incredibile capacità di giudizio. Il romanzo fila via liscio pagina dopo pagina, grazie ad una narrazione pulita, scorrevole e piacevole, che alterna le scorribande dei ragazzi (tra cui quelle nel giardino del misterioso e riservato Boo Radley, vicino di casa dei ragazzi, personaggio che si rivelerà determinante nel finale del romanzo), con la vicenda giudiziaria. Ne esce una raffigurazione perfetta della società americana del sud degli anni ’30, con le sue tradizioni, i suoi difetti e pregiudizi, su tutti la questione del razzismo e la figura della donna.

Harper Lee

Come già detto, Harper Lee dimostra un talento eccezionale per la narrazione, caratterizzata da una fluidità innata e una capacità di story-telling non comune.

Il rammarico sta nel fatto che la scrittrice rientri in quella cerchia di letterati estremamente riservati, che evitano i salotti letterari e la vita mondana, finendo per pubblicare pochissime opere. Di fatto Il Buio oltre la Siepe rappresenta il suo unico romanzo. Una lettura per tutti, grandi e piccoli: Il buio oltre la siepe è infatti uno dei quei romanzi che possono essere letti in diverse fasi della vita ed ogni volta si riscoprono sfumature e significati diversi.

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews