Lo scaffale dimenticato

La copertina dell'edizione Mondadori (dreamerscorner.net)

Due di due è senza dubbio il romanzo più famoso dello scrittore milanese Andrea De Carlo. Pubblicato nel 1989, il romanzo narra la storia dell’amicizia e delle vite di Mario e Guido Laremi. Accomunati da una perenne insoddisfazione e dal rifiuto dei cliché della società italiana, i due ragazzi diventano amici sui banchi di scuola, mentre nella Milano degli anni Settanta si scatenano le contestazioni giovanili. Mario, narratore della storia, è timido, riservato e chiuso, mentre Guido possiede una personalità estroversa ed un carattere molto più forte, che lo portano spesso ad atteggiamenti da leader e ad essere il vero trascinatore della coppia. Dopo gli anni del liceo i ragazzi intraprendono strade diverse, strade che si incrociano ripetutamente, rinsaldando quel legame di amicizia fraterna che legherà per sempre i due personaggi.

Guido gira il mondo, arrivando fino in Australia, senza mai trovare il vero senso della propria vita. Mario invece si stabilisce nelle campagne vicino a Gubbio, dove ristruttura un vecchio casolare e si guadagna da vivere coltivando la terra. Qui incontra anche l’amore, conoscendo Martina, commessa di libreria che lascia la vita cittadina per seguirlo nelle campagne. Nella seconda metà del romanzo quindi le vite dei due amici si scambiano: Mario trova l’amore, la stabilità e la felicità, mente Guido è in perenne ricerca di se stesso e del significato della vita. Mario continuerà la sua vita bucolica, migliorando giorno dopo giorno la produzione dei suoi raccolti, mentre Guido diventerà uno scrittore di successo.

Il romanzo riserva ulteriori sviluppi, ma come nostro solito non vogliamo raccontarvi il finale, nel tentativo di suscitare la vostra curiosità e stimolarvi nella lettura dei libri proposti.

Due di due è un romanzo di successo che racconta la vita di due ragazzi normali, impegnati nella ricerca della felicità in un mondo controverso e meschino come quello dell’Italia degli anni Settanta ed Ottanta.

Un romanzo ben scritto, forse a tratti superficiale, che potrebbe risultare stucchevole per lettori più maturi ed esperti. Una lettura che quindi consigliamo ai nostri lettori più giovani, che si ritroveranno perfettamente nei pensieri e nei turbamenti dei due protagonisti. Una buona lettura estiva, scorrevole e piacevole, perfetta per questi ultimi caldissimi giorni di vacanza, prima di tornare, con un filo di tristezza nel cuore, alle nostre normali attività quotidiane.

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews