Lo scaffale dimenticato

In una Cuba degli anni ’50, in cui la presa dell’Avana da parte di Castro è ancora lontana, si svolge la tragicomica vicenda di Jim Wormold, placido e poco sveglio venditore di aspirapolveri inglese, arruolato suo malgrado dal MI6. Jim accetterà di far parte del servizio segreto britannico a causa di sua figlia, unica famiglia rimastagli dopo l’abbandono della moglie.

Per poter comprare un pony alla figlia, Wormold metterà su una rete di spie completamente fittizie con tanto di cospirazione spionistica (anch’essa di pura fantasia!) ispirata a un aspirapolvere smontato.

L’arrivo di una zelante segretaria dalla sede centrale di Londra e la sua idea avventurosa del lavoro di intelligence porteranno Jim a essere protagonista di un intrico in cui sono le sue invenzioni a essere il motore per l’azione.

Ricco di situazioni paradossali e di un umorismo caustico e irresistibile, Il Nostro Agente all’Avana è uno dei romanzi più divertenti e feroci mai scritti da Graham Greene (già visto su queste pagine per Il Terzo Uomo).

Figlio di un epoca in cui la guerra fredda era in pieno svolgimento e la paranoia toccava il suo apice, Il Nostro Agente all’Avana si prende gioco di quella stessa epoca e della narrativa spionistica che tendeva a romanzare e rendere eroico lo spirito di quei tempi e di quei conflitti.

Greene, come è sua abitudine, ci consegna una serie di personaggi che spiccano dalla pagina, ognuno caratterizzato a tutto tondo, quasi a diventare una persona e non un mero ingranaggio che serve a portare avanti la narrazione. Basti pensare al protagonista che, anche mentre è in gioco la sua vita e la situazione si è fatta più ingarbugliata che mai, non diventa all’improvviso un eroe da romanzo, ma conserva le reazioni di una persona normale, dubbiosa e a volte goffa e incerta.

Intorno a lui – e alla sua fantasia nel redarre rapporti – si raduna una galleria di figure che non sono, per l’appunto, figurine di carta, ma vere e proprie persone: l’anziano dottore in pensione con la passione per i brindisi e la lotteria (e con un passato militare da indossare), la figlia di Wormold, fervente cattolica e cavallerizza, l’esuberante ed entusiasta segretaria mandata da londra in aiuto all’inesperto agente segreto…

La galleria di personaggi non si esaurisce certo in questo striminzito elenco che serve  semplicemente per dare un ridottissimo assaggio di ciò che il lettore si troverà davanti una volta immersosi in questo inarrivabile capolavoro di umorismo caustico e azione incalzante.

Le due componenti ora citate, Umorismo e Azione, vengono miscelate da Greene con grande maestria evitando che l’una o l’altra prevalga: l’ironia non rende tutta la vicenda una burla e l’azione ha il pregio di essere raccontata con ritmo e abilità, senza che il tutto venga preso troppo sul serio ma anche senza scadere nel ridicolo.

Un libro ideale da leggere sotto l’ombrellone, magari su di una spiaggetta cubana, immaginando di ritrovarsi coinvolti senza saperlo in un intrigante avventura spionistica estiva.

Davide Schiano di Coscia

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Lo scaffale dimenticato

  1. avatar
    Laura 03/08/2011 a 14:00

    Lessi questo libro forse 20 anni fa e lo ricordo ancora proprio per la verve comica e un’ironia che mi colpì nonostante la giovane età (ero adolescente). Ora la vostra segnalazione mi ha fatto venire voglia davvero di rispolverarlo dalla mia libreria..chissà dove sarà finito?! Tra gli Oscar mondadori, direi, che non avevano però ancora la grafica della foto inserita nell’articolo!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews