LIVE Giro d’Italia, 16a tappa: la diretta della tappa dolomitica

Gavia, Stelvio, Valmartello: al Giro la prima tappa dell'ultima settimana, i campioni dovranno scoprirsi. Quintana, Uran, Evans o Aru? Segui la diretta!

giro

Rigoberto Uran, ancora in maglia rosa (gazzetta.it)

Valmartello – L’ora della verità si avvicina. Il Giro d’Italia 2014 cerca ancora un padrone e oggi troverà una seria indicazione. La tappa che parte da Ponte di Legno e si chiude a Valmartello non sarà del tutto decisiva ma ha le carte in regola per sfoltire i pretendenti e rimescolare la classifica.

LA TAPPA – Il gruppo del Giro d’Italia scatterà alle 12.35 da Ponte di Legno e noi seguiremo costantemente la diretta per aggiornarvi sullo svolgimento della corsa. Subito si affronterà la difficile salita del passo Gavia, 16,5 km all’8% di media, con punte del 16% e tratti sterrati: questa è praticamente leggenda, peccato disti 116 chilometri dal traguardo. Seguiranno i 22 chilometri di ascesa allo Stelvio, con una media del 7% e punte massime del 12%: una salita interminabile, che metterà a dura prova i corridori, qualunque sia il ritmo scelto.

giro

Il percorso della sedicesima tappa, da Ponte di Legno a Valmartello (gazzetta.it)

VALMARTELLO – Dopo lo Stelvio una lunga discesa, con alcuni chilometri di pianura, portetà ai piedi di Valmartello, arrivo inedito del Giro, rimosso lo scorso anno all’ultimo per via del maltempo. Oggi dovrebbe farsi e sarà una salita lunghissima e difficile: 22 chilometri, con pendenza media del 6,4% e punte al 14%. Diciotto tornanti e un ultimo chilometro da mettere i brividi, che sancirà il vincitore della tappa dolomitica al Giro 2014 e potrà dire qualcosa di importante anche per la classifica generale.

FAVORITI – Sono due i nomi che circolano con insistenza tra gli addetti ai lavori: Fabio Aru e Nairo Quintana. Giovanissimi, forti in salita, l’italiano e il colombiano potrebbero essere gli sfidanti sulle rampe di Valmartello. Rigoberto Uran, maglia rosa di un Giro senza veri padroni, dovrà guardarsi da loro come da Majka, Pozzovivo ed Evans, ancora capaci di conquistare la classifica generale.

URAN – La maglia rosa è sembrata in forma soprattutto a cronometro, meno brillante in salita, dove invece Quintana e Aru sembrano in miglioramento. Tuttavia è sulle spalle di Uran che grava la maglia del primato in questo Giro e toccherà a lui contenere le fighe e gestire gli attacchi.

SQUADRE – La vera difficoltà di questi giorni sembra essere quella delle squadre: quasi tutti i big, eccezion fatta per Evans che ha sempre con sé Morabito e per Pozzovivo, non hanno mostrato di possedere una squadra capace di assisterli fino all’ultimo chilometro. Se questo è senza dubbio più spettacolare per chi segue il Giro, lo scontro frontale tra i capitani mette sempre a rischio l’esito finale e spesso si risolve in un lungo stallo, come visto a Montecampione.

giro

Fabio Aru, vincitore a Montecampione e ora quarto in classifica (gazzetta.it)

COPPIA GIOVANE – Quintana e Aru sembrano essere le promesse per il ciclismo di domani: per ora sono sicuramente due pretendenti alla maglia di Uran e al Giro 2014, ma oggi dovranno dimostrarlo in una tappa difficilissima che apre una terza settimana dalla durezza un tempo impensabile.
Il colombiano sembra quello più apprezzato dai bookmakers e dagli addetti ai lavori, ma al Giro sta soffrendo di allergia e non è al massimo; Fabio Aru ha scaldato i cuori italiani a Montecampione, ma manca dell’esperienza per poter contendere il trono finale. Il responso, comunque, arriverà anche da Valmartello.

GLI ALTRI – Cadel Evans, secondo in classifica a poco più di un minuto, non è nome da trascurare. Anzi. Esperto, capace, resistente, potrebbe mettere a segno il colpo giusto, sfruttando anche cedimenti altrui.
Più defilato a Montecampione, Pozzovivo potrebbe aver solo passato una giornata storta: forse non correrà davvero per la vittoria finale, ma saprà dar spettacolo, se le gambe e la forma lo sosterranno. Rafal Majka, giovane polacco, è terzo nella classifica del Giro, anche se è sembrato quello più sottotono a Montecampione.
Pierre Rolland, distante in classifica, sembra in realtà quello dotato di più cuore e coraggio: se qualcuno dei big farà saltare la corsa oggi prima di Valmartello, possiamo puntare tranquillamente sul francese allievo di Voeckler.

giro

La sfida tra big (gazzetta.it)

DIFFICOLTÀ – Una tappa come questa può creare problemi a ogni chilometro: basta un momento di scarsa alimentazione e la crisi, dovuta anche al freddo, può colpire un campione, gettandolo fuori classifica. Tutti dovranno stare attentissimi, soprattutto coloro che lottano per la classifica generale.
Le salite sono molte e particolarmente lunghe, concentrate in una tappa corta e nervosa: anche se gli uomini di classifica hanno la tendenza a darsi battaglia solo nel finale, con questo meteo e questo percorso tutto potrebbe accadere fin dall’ascesa dallo Stelvio. Solo la lunga discesa prima di Valmartello potrebbe ridurre le probabilità di attacchi, ma movimenti coordinati con gregari e alleanze trasversali hanno sempre la possibilità di cambiare le carte in tavola.

TWITTER – Già a numerose ore dal passaggio della corsa, si susseguono post su Twitter e Facebook che raccontano l’attesa: molto è concentrato sulle condizioni climatiche, che sembrano non avversa ma sicuramente neppure ottimali. Farà freddo sulle vette, ancora innevate, e le nubi minacciano quantomeno pioggia. I corridori, già provati da molto maltempo nelle prime due settimane, si troveranno ad affrontare una tappa difficile che, comunque, è stata confermata dall’organizzazione: i passaggi su Gavia e Stelvio sembrano infatti possibili e la tappa dovrebbe corrersi regolarmente.

GIRO D’ITALIA – CLASSIFICA GENERALE
1 – Rigoberto Uran (Col – Opq) 63h 26’ 39’’
2 – Cadel Evans (Aus – Bmc) a 1’03’’
3 – Rafal Majka (Pol – Tcs) a 1’50’’
4 – Fabio Aru (Ita – Ast) a 2’24’’
5 – Nairo Quintana (Col – Mov) a 2’40’’

6 – Domenico Pozzovivo (Ita – Alm) 2’42’’
7 – Wilco Kelderman (Ned – Bel) a 3’04’’
8 – Pierre Rolland (Fra – Euc) a 4’47’’

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews