L’italia, regina delle opere fantasma

L'autostrada Milano Brescia mai completata. I lavori vanno avanti da 16 anni (www.fanpage.it (2))

L’autostrada Milano Brescia mai completata. I lavori vanno avanti da 16 anni (www.fanpage.it (2))

Roma – È noto a tutti come lo Stato Italiano concepisca e poi lasci a metà gigantesche infrastrutture che poi diventano grandi opere fantasma, il tutto pagato dai contribuenti. Ma forse non è nota la quantità di opere fantasma presenti in Italia, da nord a sud, e la quantità di soldi pubblici sprecati per queste. Basti pensare che ci troviamo alla posizione ottantadue nelle classifiche mondiali per il numero di infrastrutture mai terminate presenti sul territorio nazionale.

In verità, non esiste un catalogo ufficiale di tutte le opere incompiute presenti in Italia, tuttavia la Ong Incompiuto Siciliano, tiene da anni l’archivio on line delle opere fantasma presenti sul territorio. Fino ad oggi se ne contano più di seicento: impossibile calcolare i milioni di euro sprecati e la quantità di verde persa per la costruzione di enormi strutture di cemento che non solo non sono servite a niente, ma hanno anche devastato il paesaggio.

Ma andiamo per ordine, partendo dalla Sicilia: il comune di Giarre (Catania) si è guadagnato il titolo di capitale delle opere fantasma grazie a numerose strutture iniziate ma mai terminate. Tra queste, uno stadio di polo ai piedi dell’Etna. Non si è ancora capito come, negli anni Ottanta, i rappresentanti dell’allora amministrazione comunale riuscirono a farsi assegnare i fondi dal CONI e iniziarono i lavori, mai terminati.

Saliamo un po’: Roma. Il progetto della Città dello Sport di Tor Vergata nasce per i Mondiali di nuoto del 2009. La copertura, progettata dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava Valls, è una  vela d’acciaio alta più di settanta metri. L’edificio avrebbe dovuto essere la più grande struttura sportiva mai progettata a Roma: ma nel 2010 i lavori si fermano e nessuno sa se mai ripartiranno.

Terminiamo la nostra brevissima carrellata in Lombardia, dove è ormai storico il caso dell’autostrada Brescia-Milano, i cui lavori sono in corso da ben sedici anni. Per non parlare del fatto che, a due mesi dall’entrata del 2014, mancano oltre il cinquanta per cento delle infrastrutture in programma per l’Expo 2015: dal completamento di nuove diramazioni stradali alle nuove tratte della metropolitana.

Per consultare la mappa completa delle opere mai terminate in Italia vi suggeriamo di visitare il sito della Ong Incompiuto Siciliano: www.incompiutosiciliano.org

Mariangela Campo

Foto: www.fanpage.it

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews