L’Italia invasa dallo smog, è emergenza. I dati di Legambiente

Serio rischio ambientale all'orizzonte e incremento delle malattie sono le tragiche conseguenze dell'aumento dello smog in tutt'Italia

< ![endif]-->

smog

Smog, dati allarmanti per l’Italia

Dati allarmanti quelli raccolti nella 26a edizione del Treno Verde 2014, la campagna di Legambiente e Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane sulla situazione dello smog e dell’inquinamento acustico nelle città italiane. Non ci sono distinzioni regionali, i dati confermano che l’inquinamento dell’aria e quello acustico – prodotto principalmente dal traffico – presenti nelle nostre città, supera i limiti consentiti in maniera omogenea da nord a sud nel nostro Paese.

FROSINONE LA PIU’ INQUINATA – La città più inquinata, secondo i dati relativi a questi primi tre mesi del 2014, è Frosinone, che ha superato il bonus di Pm10 consentito per trentacinque giorni. Cinquantasette superamenti per la cittadina laziale, seguita da Torino con quarantasei superamenti, Alessandria con quarantacinque e Benevento con quarantadue. A rischio superamento ci sono adesso Parma, Venezia, Milano, Vicenza e Avellino.

MALATTIE IN AUMENTO – Rossella Muroni, direttrice nazionale di Legambiente, ha dichiarato: «Secondo il rapporto del Centro europeo ambiente e salute dell’Oms si registra un forte incremento di malattie correlate allo smog, al punto che le stime oggi arriverebbero a far contare settemila decessi legati all`esposizione al particolato solo nei trenta capoluoghi di provincia della Pianura Padana».

RISCHIO AMBIENTALE – Il pericolo derivante dall’inquinamento, continua Muroni, è grande: «Siamo di fronte a un serio rischio ambientale e per la salute delle persone che viene ancora affrontato in maniera blanda e poco efficace da Comuni, Regioni e dallo stesso governo. Al ministro Galletti chiediamo di intraprendere azioni efficaci e interventi mirati per risolvere il problema dell`inquinamento atmosferico in tutta la Penisola, destinando più fondi e incentivi al trasporto pubblico locale e all`ammodernamento della rete ferroviaria, invece che per la realizzazione di inutili opere autostradali».

Gian Piero Bruno

@GianFou

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews