L’Irlanda, l’Europa e le tasse di Amazon

amazon tasse europa irlanda

L'Unione Europea all'attacco dei paradisi fiscali?

Dublino – Irlanda alla guida dell’Unione, con la presidenza semestrale di turno, e il primo problema comunitario che affronta Dublino riguarda Amazon, le tasse, l’Irlanda stessa e la politica comunitaria.
«È un problema che va affrontato» spiega Joe Costello, ministro irlandese del Commercio, che spiega come sia un problema legale ma anche – o soprattutto – etico.

Il ministro irlandese si riferisce alla pratica di numerose aziende online – tra le quali Amazon – che si registrano in paesi con fiscalità privilegiata, come il Lussemburgo o le isole della Manica, e lì versano imposte decisamente ridotte rispetto alla quantità di materiale smerciato nell’Unione. Anche l’Irlanda è uno dei paesi da tempo nel mirino dell’Unione, proprio per un comportamento analogo con aziende high tech e multinazionali dell’informatica.

La questione è stata sollevata già in passato, prima dal Parlamento europeo, poi dai liberisti inglesi, turbati dalla possibile concorrenza sleale rispetto ai commercianti ordinari, impossibilitati a ricorrere a questa sorta di tassazione “off shore”, realizzabile solo da colossi come Amazon.
la strategia proposta da Costello parte da un confronto con le aziende stesse, per studiare una possibile via d’uscita che tuteli la libera impresa ma anche i consumatori e la concorrenza. L’Irlanda, dopotutto, era stata al centro di problemi con Google, che pagherebbe solo il 2% dei suoi introiti europei al fisco irlandese: «Loro ci dicono che creano occupazione e che pagano le tasse; non pensiamo non sia abbastanza».

Il dibattito dovrà comunque proseguire soprattutto a Bruxelles perché la strategia deve essere condivisa dall’intera Unione per essere efficace. E poi «è una cosa che riguarda tutti», ha aggiunto ancora il ministro Costello, ricordando come il sistema che ha permesso questo derivi da una legge europea e quindi spetta ora all’Unione riparare alla falla. Possibile, quindi, che il Consiglio chieda alla Commissione di studiare il caso e proporre un rimedio plausibile, da far vagliare al Parlamento.

 

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews