Libri al rogo – ‘Tanto per cambiare’ di Jay McInerney

mcinerney

www.libreriauniversitaria.it

Jay McInerney è uno scrittore che più volte ci ha fatto compagnia tra le pagine letterarie di Wakeupnews. Il suo esordio Le Mille Luci di New York, datato 1984, è uno dei romanzi più originali usciti negli anni ’80, nonché una fedelissima radiografia degli Stati Uniti del periodo, con il suo benessere, i suoi status symbol e le sue contraddizioni. In particolare, ha colpito la capacità di McInerney di sbattere in faccia al lettore la condizione dell’io dell’uomo alto borghese americano, scintillante agli occhi di terze persone, ma profondamente depresso e vuoto nel momento in cui le luci si spengono e il singolo rimane nella sua intimità.

Le tematiche del folgorante esordio di McInerney vennero successivamente prese e approfondite da altri scrittori come Bret Easton Ellis, che ha fatto di una spietata (e molto allegorica) critica alla società americana il suo marchio di fabbrica. McInerney invece si è progressivamente allontanato dallo sperimentalismo degli esordi per approdare (soprattutto con Si Spengono le Luci) ad uno stile più in linea con i canoni della tradizione americana classica. Alcuni buoni libri, altri discreti e altri flop hanno caratterizzato la carriera di McInerney, che ha perso attualmente molta della verve che lo circondava.

Tanto per Cambiare è un esempio perfetto di come McInerney abbia compiuto dei passi falsi nella sua carriera letteraria. Uscito nel 1988 dopo l’esordio e l’interlocutorio e poco riuscito Riscatto, Tanto per Cambiare è una nuova riproposizione di molte tematiche già affrontate in Le Mille luci di New York. Come spesso accade quando un autore copia se stesso, i risultati sono scadenti. Ci troviamo di infatti fronte ad un romanzo piatto e scontato, che ha come punto di forza solo una certa scorrevolezza di scrittura. La protagonista Alison Poole è una 20enne aspirante attrice originaria della Virginia ma residente a Manatthan. Unica sua occupazione è la scuola di recitazione che frequenta di giorno (peraltro in perenne balìa dei postumi della sera precedente). Per il resto il romanzo è un turbinio di serate a base di alcool e cocaina, amanti vari ed eventuali, il tutto costellato dai pensieri superficiali e scontati della protagonista. Tematiche peraltro già analizzate con originalità, umorismo e intelligenza nel romanzo d’esordio di McInerney, che qui le ripropone svuotate della loro profondità e importanza.

mcinerney

Un perplesso Jay McInerney (foto via: www.zam.it)

Lo scrittore americano ha confessato, durante un’intervista nel 2005, di aver preso ispirazione per il personaggio di Alison Poole da una sua ex, tale Rielle Hunter, attrice di poco valore, più famosa per gli amanti illustri che per le capacità davanti alla cinepresa. Probabilmente McInerney non aveva un’opinione molto elevata della ragazza, se il risultato è stato un personaggio dalla mentalità sciocca e opportunista come Alison Poole.

Unico punto a favore del romanzo, come già detto, è la scorrevolezza narrativa. Nient’altro si può dire di positivo riguardo a questo libro, se non fosse per la curiosità dei fan più accaniti del brat pack letterario di conoscere le origini di Alison Poole, personaggio che è stato poi preso in prestito dall’amico Bret Easton Ellis, che lo ha inserito in un ruolo marginale in American Psycho e in Glamorama, qui in un ruolo di maggior rilievo. Se volete avvicinarvi alla prosa di Jay McInerney il consiglio è quello di cominciare con la lettura di Le Mille Luci di New York e di proseguire con Si Spengono le Luci, saltando senza troppi patemi d’animo questo Tanto per Cambiare, romanzo superficiale e piatto, che non dimostra minimamente le capacità letterarie di Jay McInerney.

Jay McInerney, Tanto per cambiare, Bompiani, 2000, pp. 252, € 6,97.

Alberto Staiz

@AlStaiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews