Libia:insorti sferrano attacco finale al regime

Tripoli - Il regime di Muammar Gheddafi, al potere da 42 anni,  sembra ormai sgretolarsi. Gli insorti libici, hanno assunto il controllo del centro di Tripoli, dove sono entrati senza resistenza. Una folla festante ha, infatti, accolto l’arrivo delle forze ribelli nella capitale libica che, secondo quanto riferito da un portavoce, dei rivoltosi ad Al Jazeer, resta controllata ancora per il 15-20% dalle milizie fedeli al raìs.

I ribelli libi si sono spinti fino alla Piazza Verde, ritenuta il cuore simbolico della capitale della Libia. Spari di gioia, poster del raìs strappati, bandiere del Paese ammainate. A Tripoli autentiche scene di baldoria, una sorte di grande party per festeggiare l’imminente caduta di Gheddafi. Alcuni giovani hanno dato alle fiamme la bandiera del regime e,  al suo posto, è stata issata quella dei ribelli.

La Guardia repubblicana di Gheddafi si è arresa, così come tre dei figli del Colonnello. “Siamo pronti a negoziare col Cnt (il governo dei ribelli ndr)”. A dichiararlo è un portavoce del regime.  Segue la risposta del governo ribelle: “A patto che Gheddafi se ne vada”. Del raìs non v’è traccia, almeno per ora. Non si sa dove sia il Colonnello che fino a ieri lanciava appelli contro i cani ribelli. Tuttavia, secondo una fonte diplomatica citata dalla France Presse, Gheddafi si trova ancora nella sua residenza di Bab al Aziziya, a Tripoli. Violenti combattimenti sono in corso intorno alla residenza del leader libico e nei quartieri sud della capitale.

I Tre figli di Gheddafi dunque sono stati arrestati. Si tratta di Saif al-Islam, Al-Saadi e Muhammad Gheddafi. Sono stati sorpresi, mentre Muhammad si sarebbe consegnato agli insorti. A riferirlo è il presidente del Consiglio nazionale di transizione, Mustafa Abdul Jalilha.

Il presidente americano, Barack Obama, ha affermato che il  regime è al collasso e che il tiranno deve lasciare la Libia per evitare un bagno di sangue. Intanto, molti abitanti di Tripoli hanno ricevuto un messaggio dai capi della rivolta che recita: Dio è grande. Ci congratuliamo con il popolo libico per la caduta di Muahmmar Gheddafi.

Redazione

Foto via: http://www.tmnews.it/web/sezioni/esteri/PN_20110822_00049.shtml; www.leggo.it

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews