Libia: ‘Fate di più contro il regime’

ROMA – “Bengasi oggi è una città sicura, ma per Tripoli, Misurata, Zenten, l’incubo non è finito”.

Questo è quanto ha detto Abdel Jalil, capo del Consiglio nazionale transitorio dei ribelli libici.

“Per questo chiediamo all’Italia e al resto del mondo di fare di più perché la nostra gente possa affrancarsi dal giogo del regime”, ha proseguito Jalil, il quale verrà a Roma per incontrare le massime cariche dello Stato.

“Grazie all’appoggio della comunità internazionale – sostiene – non siamo più pedine nelle mani di Gheddafi”.

Redazione

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews