Liberalizzazioni. Dietrofront del governo: taxi ai comuni

Roma – Dietrofront del governo sui taxi: saranno Comuni e Regioni a fissare, se necessario, l’incremento delle licenze delle “auto bianche”. L’esecutivo ha dato infatti il via libera all’emendamento dei relatori in Commissione Industria del Senato che attribuisce ai sindaci la decisione sull’aumento delle licenze. L’emendamento, che accoglie le richieste di Pd e Pdl, attribuisce all’Autorità dei trasporti solo un parere non vincolante. Il parere dell’ Autorità sarà comunque obbligatorio e, se disatteso, potrà essere impugnato al Tar.

La modifica al testo non è stata ancora votata in Commissione, ma ha suscitato le reazione e le proteste di consumatori e parte dei sindacati, secondo cui il governo «ha ceduto alla lobby dei taxisti». Nel testo presentato dai relatori inoltre, si stabilisce che per i taxi è consentito l’esercizio dell’attività anche al di fuori dei Comuni che hanno rilasciato la licenza, previo accordo con i sindaci dei Comuni interessati. Il Collegio dell’Autorità sarà costituito entro il 31 maggio 2012. Previsti anche i taxi collettivi come servizio integrativo.

Via libera anche all’emendamento per cui non sarà necessario aprire un conto corrente per poter accendere un mutuo in banca. Il testo stabilisce inoltre che, qualora la banca lo richieda come condizione per la concessione del mutuo, il cliente potrà cercare sul mercato la polizza assicurativa sulla vita che più gli conviene.

Ancora da sciogliere invece i nodi sulle professioni e farmacie.

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews