Leggere d’estate

Oggi qualche libro per l’estate. Le nostre proposte si rivolgono sia a chi ha già le valigie pronte – magari ai limiti delle norme di sicurezza ma con ancora un minuscolo spazio per un libro – sia a chi – solo per il momento o in via definitiva – si trova in città.

Prima di tutto una doverosa occhiata alle classifiche di vendita, che vedono stabilmente in vetta la nuova avventura di Montalbano e il nuovo successo di Andrea Camilleri, Il gioco degli specchi.

Seguono con Le luci di settembre i luoghi e i personaggi carichi di mistero a cui ci ha abituati Ruiz Zafón Carlos e le atmosfere ghiacciate adatte alle giornate più torride di Patricia Cornewell e della sua Autopsia virtuale.

Si parla molto in questo periodo anche del soprendente Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbaugh – un fiore diverso per ogni emozione – e Angelology di Danielle Trussoni, thriller di ambientazione religioso che ricorda un po’ le trame di Dan Brown.

Altri titoli interessanti, di genere diverso, provengono dal gruppetto tutto al femminile guidato da Margaret Mazzantini – Nessuno si salva da solo continua a resistere nelle vendite – e dai più recenti ingressi di Michela Murgia Ave Mary. E la chiesa inventò la donna e Susanna Tamaro Per sempre.

Serena Dandini e il suo Dai diamanti non nasce niente. Storie di vita e di giardini – dedicato “a chi voleva cambiare il mondo e invece dopo un po’ si è accorto che è stato il mondo a cambiargli i connotati” – continua a stupire insieme a un altro autore trasversale a differenti mondi artistici, Roberto Vecchioni e il romanzo Scacco a Dio, “le storie ribelli di chi vuole essere altro da sé”.

Non va inoltre dimenticato che questo è periodo caliente anche per il più prestigioso tra i premi letterari italiani, lo Strega, che ha decretato un paio di settimane fa la cinquina finalista di questa edizione. Tra i candidati all’assegnazione del riconoscimento – che avrà luogo il 7 luglio – Edoardo Nesi con Storia della mia gente (Bompiani) si è aggiudicato 60 voti; a una certa distanza seguono – tutti e tre con 49 voti ciascuno – il romanzo di Bruno Arpaia, L’energia del vuoto (Guanda), Ternitt di Mario Desiati (Mondadori) e La vita accanto di Mariapia Veladiano (Einaudi). Leggermente distaccata, ma soltanto di un pugno di voti, Luciana Castellina con La scoperta del mondo (Nottetempo).

Perché allora non farsi un’idea tutta personale di questi libri prima che si scateni l’inevitabile bagarre sui vincitori e soprattutto sullo strapotere delle case editrici alle loro spalle, anche se quest’anno si notato con piacere due nomi nuovi fuori dal solito manipolo di editori mangiatutto.

Da tenere presente anche Nelle mani giuste (Einaudi Stile Libero), il nuovo di Giancarlo De Cataldo, una sorta di seguito di Romanzo Criminale anche questa volta caratterizzato da ambientazione e narrazione forti e dall’abituale stile avvincente.

Originale poi per idea e realizzazione di forma L’italiano (Einaudi) di Sebastiano Vassalli, che attraverso dodici storie dà forma all’italiano medio attraverso altrettante diverse caratteristiche che contraddistinguono il nostro carattere nazionale.

A tratti onesto come un’indagine antropologica, altrove lieve nella sua attenzione al quotidiano ma sempre sorprendente nelle sue piccole pennellate di realtà – che pure però ricordano nell’idea La prima sorsata di birra. E altri piccoli piaceri della vita di Philippe Delerme – Momenti di trascurabile felicità di Francesco Piccolo (Einaudi); dall’effetto invece rivitalizzante per sogni e speranze Cosa tiene accese le stelle. Storie di italiani che non hanno mai smesso di credere nel futuro, nuova opera di Mario Calabresi.

Per chi non intende abbandonare un certo impegno critico nemmeno d’estate, il titolo di punta è sicuramente Silvio Forever, biografia non autorizzata del premier firmata Stella-Rizzo, e in seconda battuta l’inchiesta Carta Straccia. Il potere inutile dei giornalisti italiani di Gianpaolo Pansa. Inamovibile, se si considerano le ormai numerose settimane di permanenza in classifica, Vieni via con me, raccolta di monologhi di Roberto Saviano, tratti dalla trasmissione di maggior successo della scorsa stagione televisiva e passata per la prossima dalla Rai a La7.

 

Con discrezione però si segnala anche, nel mezzo però di questa profusione narrativa, La dieta Dukan (Sperling & Kupfer), in ottima posizione in termini di vendite. D’altronde questo è il periodo d’oro per tutti i libri dedicati a diete e alimentazione. Sfogliando nell’apposito settore – magari appena più nascosto di altri – di una qualsiasi libreria si possono trovare titoli che promettono grandi e durature rivelazioni, come Perché le diete falliscono. La cruda verità. Scopri come dimagrire e mantenere il giusto peso nel tempo (Macro Edizioni). C’è poi chi nel dubbio punta sulla quantità, pensando che nel mezzo di Sessanta diete alla prova (De Vecchi) quella giusta deve pur esserci, o chi già nel titolo presenta qualche preoccupante contraddizione, Disintossicarsi senza morire di fame. Diete idriche, succhi di frutta e di verdura, digiuni mitigati. La domanda sorge spontanea: se mi dò davvero a succhi di frutta, centrifugati e digiuni mitigati (mitigati??) come diavolo è possibile non morire di fame?

Normale che poi qualcuno anche tra gli autori si mostri leggermente stanco di queste fisime estive, specie se declinate al femminile e pubblichi quasi per disperazione Le donne, il cibo ed io. Come far pace con il proprio corpo e farla finita con le diete (De Agostini).

Non manca infine chi si ricorda della fugacità dell’esistenza e pensa a Il piacere della vita. Contro le diete sadiche, i salutisti a tutti i costi e il culto del fitness (San Paolo Edizioni) e chi nutre dubbi sugli arredi di casa e si butta poi sul cosmopolitismo che abbraccia diete e calorie di tutto il mondo, Sono cicciona oppure è lo specchio che mi fa grassa? Tutto, ma proprio tutto sulle diete di tutto il mondo! (Aletti).

A questo punto siamo curiosi di sapere da voi cosa leggerete durante queste vacanze. Si attendono proposte, suggerimenti, libri da consigliare o da sconsigliare!

Ad ogni modo, buona lettura a tutti!

Marina Cabiati


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews