Il leader del Ku Klux Klan che si appartava col travestito di colore

L'ex leader del Ku Klux Klan Frazier Glenn Miller fu trovato in auto a fine anni '80 mentre intratteneva un rapporto sessuale con un travestito di colore

ku-klux-klan-frazier-glenn-miller-travestito-colore

Frazier Glenn Miller (jewsnews.co.il)

Persino il male ha la sua incoerenza. Sei un leader del Ku Klux Klan, uno dei più terribili gruppi razzisti ed antisemiti americani che sostiene la superiorità della razza bianca ed infligge spesso terribili torture ad omosessuali, ebrei e uomini di colore? Nulla di meglio che intrattenerti in auto in un infuocato rapporto sessuale con un gay travestito da donna. Di colore. Il fatto risale alla fine degli anni ’80, ma è è venuto fuori solo nelle ultime ore, quando Frazier Glenn Miller è stato ufficialmente accusato dell’uccisione di 3 fedeli ebrei nel Kansas avvenuta 15 giorni fa.

MILLER, IL LEADER DEI CAROLINA DRAGONS - Frazier Glenn Miller è conosciuto come il fondatore dei Carolina Dragons, un gruppo antisemita strettamente legato al Ku Klux Klan che dopo il suo primo arresto nel 1987 si trasformò nel White Patriot Party. Incarcerato in seguito ad alcune intercettazioni in cui progettava attentati antisemiti e si vantava di precedenti gesti simili, Miller (il cui cognome originario era Grazier Glenn Cross) accettò di collaborare con la giustizia per identificare autori di gesti di antisemitismo e razzismo, a patto che venisse taciuto il suo precedente “incoerente”. Pochi mesi prima dell’arresto, Miller era infatti stato trovato sul sedile posteriore di una vettura in atteggiamenti inequivocabili con un uomo di colore travestito da donna.

APPARTATO CON UN GAY? “VOLEVO PICCHIARLO” - La polizia federale accettò di tenere nascosto l’accaduto, mentre Miller si giustificò telefonicamente con i propri compagni di odio affermando di aver invitato il travestito di colore per tendergli un agguato e picchiarlo. Dopo l’arresto e la collaborazione con la giustizia, i toni tipici da Ku Klux Klan di Miller sembrarono ammorbidirsi. Ma con l’avvento del nuovo millennio l’uomo cercò di rifarsi una “fama”, con una lettera dai toni accesi e discriminatori che fu però ripudiata dai suoi ex compagni di violenza. Miller fu tacciato di essere un traditore.

ku-klux-klan-FRAZIER-GLENN-MILLER

L’ultimo arresto di Miller (huffingtonpost.com)

TENTATO RITORNO - L’ex leader del Ku Klux Klan proseguì con le proprie invettive antisemite in cerca di visibilità, ottenendola candidandosi nel 2006 al congresso distrettuale del Missouri come candidato indipendente e 4 anni dopo tentando addirittura l’elezione al Senato dello stesso Stato. La sua candidatura lo portò ad essere ospite in diverse trasmissioni televisive molto note in America, tra cui il dissacrante Howard Stern Show. In una di queste ospitate dichiarò come tra ebrei ed afroamericani odiasse molto di più i primi: «In confronto al problema che abbiamo con gli ebrei, tutti gli altri problemi sono solo distrazioni. Controllano il governo federale, i mass media e la Federal Reserve. Con tutti questi poteri, stanno commettendo un genocidio contro la razza bianca». Nella stessa intervista aggiunse di avere molto rispetto per i musulmani e definì Adolf Hitler “il più grande uomo che abbia messo piede sulla terra”.

15 GIORNI FA HA UCCISO 3 EBREI - Il 13 aprile 2014 al grido di Heil Hitler Frazier Glenn Miller fece irruzione in due centri ebraici di Kansas City, uccidendo a colpi di fucile tre persone tra cui un bambino di 14 anni. Riconosciuto da alcuni testimoni, è stato arrestato poche ore dopo. Adesso che l’incriminazione per l’omicidio plurimo premeditato è ufficiale, far saltare fuori ad hoc la “vergognosa” scoperta di un leader del Ku Klux Klan appartato in auto con un travestito di colore è probabilmente una punizione peggiore di quella che la legge americana riserverà a Miller per il resto dei propri giorni.

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews