Le relazioni pericolose ospiti del palco della Fondazione Tpe

Le relazioni pericolose

Le relazioni pericolose

Torino – Continua con successo e grande intensità la stagione teatrale della Fondazione Tpe di Torino che, dopo aver salutato l’applauditissimo spettacolo Italiani di Gian Luigi Carlone, Giorgio Li Calz e Johnson Righeira e l’evento speciale dedicato al Giorno della Memoria, dal titolo Il Ballo di Irene, è pronta ad accogliere la pièce Le relazioni pericolose diretta da Silvia Giulia Mendola.

DRAMMI E PASSIONI – Lo spettacolo è tratto dal romanzo Les liaisons dangeureuses dello scrittore francese Choderlos De Laclos, vissuto nell’ultima metà del 1700. La trama è improntata su un’indagine umana e si articola sul racconto di personaggi falliti, sprezzanti e scettici, convinti di poter vivere le loro misere esistenze privandosi dei sentimenti autentici. La protagonista principale del racconto è la Marchesa de Merteuil, colei che giostra e gioca con le vite degli altri, riuscendo far scontrare la vanità con la purezza e la gioia. Questo intreccio carnale e passionale è accompagnato dal Tango, che altro non fa che ampliare la nota di lussuria e di malinconia che imperversa in tutta l’opera.

UNA REALE ESPERIENZA DI VITA - Il racconto dell’autore De Laclos nasce a seguito di una reale esperienza di vita, raccontata dallo stesso, segnata dall’incontro con un uomo, suo contemporaneo, che incarnava le perfette sembianze del seduttore romantico; questa fascinosa persona, in un dialogo con De Laclos, mise nero su bianco tutte le sue tecniche di seduzione, con annessi alcuni episodi vissuti, e fu proprio grazie a quelle confidenze che lo scrittore mise in piedi il celebre romanzo. Ciò che ne venne fuori fu l’esposizione di una classe borghese fredda e austera, incentrata sull’amore di sé e condannata alla solitudine e all’infelicità; tutti i personaggi protagonisti sono degli autentici falliti che, innamorati ognuno del proprio ego, non si rendono conto della triste situazione in cui sono caduti, finendo così col non trovare uno spiraglio di luce e di autentica felicità.

Le relazioni pericolose, scena tratta dallo spettacolo

Le relazioni pericolose, scena tratta dallo spettacolo

LA TRASPOSIZIONE DELLA COMPAGNIA PIANOINBILICO - L’opera messa in scena dalla regista Silvia Giulia Mendola resta fedele alla trama originale, anche nelle ambientazioni che riprendono la Francia del secolo XVIII, epoca riscontrabile dagli splendidi costumi. La scenografia è circoscritta da una corda, chiaro segnale della condizione di prigionia in cui gli stessi personaggi si sono rinchiusi, e si articola con una scacchiera posta sullo sfondo, anch’essa con un recondito significato di claustrofobica reclusione.

La recita è messa in scena dalla compagnia teatrale PianoinBilico, nata circa dieci anni fa per mano di Silvia Giulia Mendola. La regista mette insieme il suo progetto a seguito del riconoscimento ottenuto, la Menzione d’Onore e un finanziamento per l’inizio dell’attività, alla III edizione della Borsa di Lavoro dell’Accademia dei Filodrammatici proprio con lo spettacolo Le Relazioni Pericolose. Dopo aver posto le basi, la compagnia cresce sempre più e diviene Associazione Culturale nel 2008; grazie all’alta qualità degli spettacoli teatrali proprosti PianoinBilico si ritaglia uno spazio nelle più importanti stagioni teatrali d’Italia entrando, quest’anno, anche nel fitto cartellone della Fondazione Tpe che ospita compagnia e spettacolo, presso le sale del Teatro Astra di Torino, dal 31 gennaio al 2 febbraio.

 

Alessia Telesca

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews