Le nuove dipendenze: internet, gioco e porno

Le nuove dipendenze prendono più che mai piede: se fino a qualche anno fa erano circoscritte a  un numero esiguo di persone, adesso sono largamente diffuse nella società. Tra le nuove fonti di dipendenza le più importanti sono il gioco d’azzardo – poker, scommesse e via dicendo – i giochi di ruolo, il porno e le chat erotiche online.

I luoghi dove un tempo si curavano le classiche dipendenze da droghe e alcool pian piano si sono riempiti di persone affette da nuove ossessioni.

Tanti sono gli esempi, tra cui il caso di Second Life. Probabilmente in pochissimi avevano pensato che il mondo virtuale parallelo nato nel 2003 potesse essere “popolato” da 22 milioni di persone. Purtroppo in alcuni casi questo nuovo mondo è divenuto anche un’ossessione, soprattutto tra i più giovani che non riescono a fare a meno di vivere più nel mondo virtuale che in quello reale.

Non da meno è la dipendenza data dal porno e dal gioco d’azzardo online. Per Donato Munno, responsabile del consultorio per le nuove dipendenze presso le Molinette di Torino, le dipendenze da internet sono: «Un fenomeno sommerso con scarsa consapevolezza del disturbo e quindi difficilmente chi ne soffre si presenta in ambulatorio. Accade solo quando la situazione diventa insostenibile all’interno della famiglia, sia per motivi comportamentali che economici o quando il diretto interessato comincia a presentare gravi sintomi di dipendenza psicologica e quindi di astinenza».

A Munno si unisce anche Giorgio Schiappacasse, psichiatra e responsabile del Sert Ponente Genovese, il quale afferma che è fondamentale rivolgersi a un esperto quando la famiglia non riesce più a gestire il caso. Sono infatti molti i casi di ragazzi e giovani che passano giornate intere,chiusi in camera, davanti a siti poker e porno o a giocare a qualche gioco di ruolo.

I rimedi ci sono: nel caso dei più giovani è molto importante che i genitori capiscano la gravità della dipendenza e si rivolgano subito ai centri specializzati. Per gli adulti, invece, appena ci si rende conto, anche superficialmente, che si è ossessionati e dipendenti, è necessario avvicinarsi subito anche ai gruppi di auto-aiuto con un programma di recupero, come quello famoso AA, Alcolisti Anonimi.

Di gruppi simili ce ne sono molti e sparsi su tutto il territorio italiano. Sono gruppi nato per aiutare sia i giocatori accaniti sia chi è intrappolato in una dipendenza da sesso compulsivo o dalla rete stessa.

Gianpiero Padalino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews