Le diete dimagranti che fanno bene anche all’ambiente

diete dimagranti

foto via: stiamoinforma.com

Anche se in alcune regioni la colonnina di mercurio costringe ancora gli Italiani alla manica lunga, il calendario ci ricorda che l’estate non è così lontana. Lo sa bene il mercato del dimagrimento, con i suoi giornali specializzati, le tisane per la pancia piatta, le creme riducenti, che comincia a lanciare i messaggi tipici di questo periodo: non farti trovare impreparato, attivati già da ora se vuoi esibire sulle spiagge una silhouette a prova di costume.
E per chi sceglie di affidarsi a diete dimagranti per smaltire i chili di troppo, il ventaglio di possibilità è ampio. Mentre dietologi e nutrizionisti avvertono di stare alla larga dalle diete troppo drastiche che ti fanno perdere molti chili in poche settimane, ci sono alcuni aspetti che vengono raramente considerati. Uno di questi è lo stretto legame che lega dieta e ambiente: certe scelte alimentari richiedono un consumo di risorse naturali eccessivo, pesano sul Pianeta con un’impronta ecologica insostenibile, sia in termini di CO2 emessa, che di acqua utilizzata per produrre i cibi.

Tra i vari programmi dietetici suggeriti per ritrovare la forma perfetta, ci sono quelli iperproteici, fortemente sbilanciati verso il consumo di carne: la dieta Scarsdale, ad esempio, o la Dukan. Per quanto siano efficaci per perdere peso, presentano però tutti i limiti legati ad una eccessiva assunzione di proteine animali: un consumo prolungato di carne, avvertono i nutrizionisti, può causare danni all’organismo, soprattutto a carico del sistema renale. Allo stesso tempo, questo tipo di regime alimentare ha la pecca di provocare elevate emissioni di gas serra, legate soprattutto alla fase dell’allevamento: coltivazione dei mangimi per gli animali, utilizzo dei pascoli e deiezioni prodotte dagli animali. Si pensi che per ogni kg di carne che si ricava da un animale, l’animale stesso necessita mediamente di 15 kg di vegetali appositamente coltivati.

diete dimagranti

foto via: bellezzasalute.it

È interessante a questo riguardo una ricerca effettuata dall’istituto tedesco per la ricerca sull’Economia Ecologica (IOeW), che suggerisce un confronto tra le diverse abitudini alimentari, esprimendo in “km equivalenti” percorsi in auto le emissioni di gas serra causate dalla produzione annuale di tutti gli alimenti previsti da ciascuna dieta. I risultati hanno evidenziato come il regime alimentare a minor impatto ambientale sia quello vegano (100% vegetale), che totalizza 629 km equivalenti. A seguire, l’alimentazione vegetariana, che corrisponde a 2.427 km percorsi in auto, quindi quella onnivora, con 4.758 km equivalenti. Se poi pensiamo di aumentare il consumo di carne per dimagrire, i km equivalenti percorsi lievitano a dismisura.

Per rendere più leggero il nostro peso sul Pianeta, molti sono stati gli sforzi per formulare diete cosiddette “ecosostenibili”, a basso impatto ambientale. Una di queste è la Livewell Diet – la dieta del vivere bene – stilata dagli scienziati del Rowett Institute of Nutrition and Health della Aberdeen University (GB), e commissionata dal WWF. Una dieta equilibrata, salutare e varia che limita fortemente l’assunzione di carne, riducendola fino a 10 kg annuali, a favore di cereali, legumi, pesce, riso, frutta e verdure. Banditi prodotti pronti all’uso, ricchi di grassi pericolosi per l’organismo, e i prodotti surgelati, la cui realizzazione richiede un alto dispendio energetico.

Questa dieta non solo comporta una minore produzione di gas serra, ma determina anche un minor consumo di acqua per la produzione degli alimenti. Infatti, se per ottenere 1 kg di manzo sono necessari 100.000 litri di acqua, per produrre lo stesso quantitativo di grano, servono 900 litri di acqua, per 1 kg di riso 1.910 litri, mentre per 1 kg di patate 500 litri di acqua. Insomma, niente diete sbilanciate e last minute. Se si vogliono perdere chili, meglio preferire le proteine vegetali a quelle animali. Una scelta che aiuta la linea, l’ambiente, e la salute.


Valeria Nervegna

Foto homepage: www.150681.it

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews