‘Le chiavi di Roma. La città di Augusto’ da settembre nella capitale

copertina

Il Museo dei Fori Imperiali nei Mercati di Traiano di Roma

In occasione del bimillenario della morte di Augusto era difficile trovare la chiave giusta per celebrarne opere e grandezza, ecco allora quattro mostre speciali nei quattro angoli territoriali che segnarono il mondo romano: il cuore di Roma, con il Museo dei Fori Imperiali; Alessandria d’Egitto, nelle splendide sale della Biblioteca Alessandrina; Amsterdam presso l’innovativo Museo Allard Pierson e, infine, Sarajevo all’interno della storica Biblioteca, sede del municipio, da poco restaurata.

Vijec¦ünica-restaurata1

La storica Biblioteca di Sarajevo

UNA MOSTRA MOLTO SPECIALE - Non sono passati che pochi giorni dalla presentazione del rapporto annuale di Federculture, durante la quale il Presidente Grossi, nel riportare lo stato drammatico dell’investimento culturale italiano, consigliava prima di ogni altra cosa l’adeguamento multimediale delle strutture museali e della loro offerta culturale, proprio per stimolare la partecipazione culturale pubblica. Che il turismo è cambiato infatti ce ne siamo accorti tutti, e con lui non solo la domanda consapevole di contenuti culturali, ma anche il modo di fruirne. In questo senso, l’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali (ITABC) del CNR, insieme all’organizzazione della più grande rete di eccellenza europea sui Musei Virtuali, il V-MUST, sembrano proprio aver capito di cosa si stia parlando. Il progetto in memoria di Augusto è stato presentato all’Auditorium dell’Ara Pacis  e inaugurerà il prossimo 23 settembre con il nome Le Chiavi di Roma. La citta’ di Augusto,  un’iniziativa promossa da Roma Capitale Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – e dalla Sovrintendenza Capitolina, ed ospitata da quattro strutture museali importantissime con al centro l’Italia e le sale del Museo dei Fori Imperiali.

21-33-Worlds-Top-Strangest-Buildings-Bibliotheca-Alexandrina

La Biblioteca Alessandrina – Alessandria d’Egitto

CONDIVISIONE, VALORIZZAZIONE E INTERAZIONE – Sembrano essere queste le parole chiave scelte da Mohamed Farouk (Alessandria d’Egitto, Cultnat), Wim Hupperetz (direttore del Museo Allard Pierson di Amsterdam), Selma Rizvic (Sarajevo) e Lucrezia Ungaro (direttore del Museo di Roma) per raccontare la mostra multiprospettica che racconta le molte sfaccettature di un personaggio come Augusto. Oltre al contenuto, sono senz’altro i linguaggi scelti ad incuriosire, composti da narrazioni multimediali, postazioni interattive e ricostruzioni digitali della Roma di un tempo lungo le strade capitoline dei giorni odierni. Nella Grande Aula del Museo infatti, una mappa della città darà al visitatore la sensazione di passeggiare nella Roma di duemila anni fa. Il Foro di Augusto, il suo Mausoleo, l’Ara Pacis e gli altri monumenti, emergeranno dunque dalla mappa per raccontare l’inarrestabile ascesa del princeps e la trasformazione magnifica che fece della città. Infine, videopannelli presenti lungo il percorso espositivo illustreranno le novità scientifiche sugli ultimi scavi. Grande soddisfazione la esprime anche il Dott. Giuseppe Abbamonte, che testimonia l’impegno della Commissione Europea a sostenere questo progetto culturale connesso nel tempo, nello spazio e nel contenuto, mirato a sostanziare una condivisione della conoscenza artistica e tecnologica.

Allard_Pierson_Museum

Il Museo Allard Pierson – Amsterdam

GRANDE ATTESA PER SETTEMBRELe Chiavi di Roma. La città di Augusto si fa senz’altro ben volere e lascia sperare in un esperimento di eccellenza culturale unico nel suo genere; certo la speranza è che l’attesa e l’aspettativa sia adeguatamente soddisfatta il prossimo 23 settembre, quando la mostra aprirà i battenti in tutte e quattro le città aderenti e ci sarà modo di valutare l’effettiva grandezza di questo esperimento culturale. Il rischio maggiore infatti è trovarsi davanti ad un racconto fin troppo ludico e distratto e che il filo del contenuto si perda tra i tablet e un spirito fin troppo di intrattenimento; ma è un rischio che anche Lucrezia Ungaro si dice convinta di poter evitare. Ad accompagnare Le Chiavi di Roma ci saranno anche diverse attività collaterali, come il Digital Museum Expo, esposizioni e workshop rivolti a professionisti e operatori del settore, ai quali verranno presentate le soluzioni tecnologiche più recenti, create per i musei del futuro. L’Expo sarà visitabile a Roma, sempre all’interno del Museo dei Fori Imperiali, per una settimana, dal 24 al 28 settembre 2014.

Valentina Malgieri

@V_Malgieri

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews