Le abitudini sbagliate che ci fanno ingrassare: la bilancia impazzisce senza un perchè

La tendenza a sposare comportamenti alimentari scorretti e l’allergia allo sport fanno crescere il girovita degli abitanti del Bel Paese. Si tratta di piccoli e inconsapevoli errori, che però reiterati nel tempo, non fanno altro che influenzare negativamente la nostra forma fisica andando a depositarsi proprio dove non vorremmo

di Claudia Vallini

Esaminiamo dunque come mangiamo, qual è il nostro rapporto col cibo, per capire come dovremmo comportarci. Sempre utile tenere un diario alimentare, perché quando le abitudini sono molto radicate, non ci si accorge nemmeno più di averle, mentre lo scopo è sradicare quelle sbagliate, che spesso sono proprio quelle che giustifichiamo o sottostimiamo. E cercare di capire e correggere le proprie abitudini alimentari non deve essere dettato solo da una questione puramente estetica, il sovrappeso con l’andare avanti degli anni, porta con sé numerose patologie tra le quali ad esempio, in forte crescita nella società del benessere è il diabete mellito.

Spesso il cibo non è solo il carburante per il corpo ma è viene considerato anche un antidoto all’ansia, alla noia, alla depressione e allo stress. Le persone emotive o annoiate dovrebbero quindi sforzarsi di imparare a distinguere tra fame reale e fame nervosa o “riempitiva”, riuscendo a calmare la propria ansia e a far passare il tempo con altre attività, dalla cura di sé, alla ginnastica, dalla telefonata ad un’amica a una passeggiata, o a una bella tazza di tisana. Non è infatti possibile che a distanza di due ore da un buon pasto equilibrato si sentano già i morsi della fame.

Le persone ossessionate dal calcolo delle calorie e fan delle diete rigide spesso eccedono negli sgarri. Ogni tanto una piccola e soddisfacente concessione fa bene, soprattutto all’umore, ma per talune persone il piccolo sgarro si trasforma spesso in una giornata di bagordi. Che fare? Innanzitutto bisogna considerare che questa reazione eccessiva deriva dal fatto che normalmente l’alimentazione seguita è fin troppo rigida e severa. Meglio concedersi una leccornia un po’ più spesso ma senza esagerare, ridurre un po’ i grassi e perché no pianificare i pasti meno rigorosamente ma in modo più equilibrato.

C’è anche chi non avendo mai tempo per cucinare, si nutre quasi sempre di un panino o di prodotti già pronti. Quasi tutti gli alimenti confezionati e pronti all’uso hanno un numero di calorie considerevolmente maggiore di quelli freschi, troppi zuccheri, grassi, conservanti e sale. E’ importante avere un buon rapporto col cibo, perché se è vero il detto “mangiare per vivere e non vivere per mangiare”, è altrettanto vero che “Noi siamo quello che mangiamo”. Il consiglio è quello di avvicinarsi all’arte della buona tavola, imparare a cucinare migliora il rapporto col cibo, diverte e aiuta a ridurre la cattiva abitudine di ricorrere a cibi già pronti o precotti. A patto però che una volta abbandonati i tristissimi cibi pronti non ci si faccia prendere da un’altra cattiva abitudine, quella di cucinare assaggiando qualunque cosa ci capiti tra le mani mentre siamo ai fornelli!

Ci sono poi le persone che mangiucchiano tra un pasto e l’altro o davanti alla tv, più attente allo spettacolo sui teleschermi che a notare cosa e quanto continuano a mangiare. Attenzione, questo comportamento alimentare automatico e inconsapevole, porta a qualche chilo di troppo ogni anno. Un suggerimento: controllate almeno le quantità degli extra, non mettete vicino alla tv un’intera scatola di cracker o patatine, limitatevi ad una piccola ciotola, annotatevi in un diario gli sgarri fuori pasto, quando tirerete le somme resterete stupiti e vi controllerete di più. Se poi anche ai pasti, nonostante gli extra, siete pronti a pulire il piatto anche in assenza di fame per non buttare via niente, riducete le porzioni.

Tante persone invece quando si divertono o si rilassano hanno bisogno, o almeno credono di avere bisogno, di un “qualcosina” in più per assaporare meglio un particolare momento. Cinema senza patatine e coca cola? Pizza senza birra? Cioccolata calda d’inverno o in montagna? Ogni tanto va bene ma non facciamola diventare un’abitudine! Troppo tardi? Impariamo a ridurre le porzioni, preferiamo un succo di frutta ad una bevanda zuccherata e gassata, popcorn alle patatine, birra non da litro, ingredienti più leggeri sulla pizza.

A dieta da CPGXK.C’è anche chi ai dolci non può rinunciare. L’ultimo boccone prima di alzarsi da tavola deve essere dolce. L’ideale sarebbe evitare di mangiare una porzione di tiramisù ogni sera, contro il quale ci vorrebbe una bacchetta magica, limitare le porzioni, accontentandosi di un biscotto, un piccolo cioccolatino, uno yogurt alla frutta, una macedonia, e nel contempo cercando di ridurre i condimenti così che il “dolce sgarro” possa essere meglio ammortizzato. Se aggiungiamo un giorno di palestra in più alla settimana, lo scopo è raggiunto.

Un grosso errore è quello di saltare i pasti, in quanto il nostro organismo, di fronte alla carenza di cibo, riduce il consumo energetico e trasforma in grasso di scorta tutto il cibo introdotto. Ecco l’importanza di una buona e sana colazione, che ci consente di bruciare di più durante tutta la giornata.

Di notevole importanza è diminuire il consumo di sale e bere molta acqua (almeno due litri al giorno), oltre a ridurre la ritenzione idrica e a migliorare la pelle, fornisce anche un senso di sazietà in grado di placare la fame nervosa. Non ci sono cibi giusti o sbagliati, l’ideale è mangiare un po’ di tutto ma nelle giuste proporzioni, dando preferenza ai cereali, ancora meglio se integrali, verdura, frutta, legumi, carne magra e pesce, latticini e in misura inferiore a zuccheri e dolci. Bisognerebbe inoltre ridurre il consumo di grassi, soprattutto di origine animale, dando prevalenza all’olio di oliva, e consumare più pesce ricco di omega3.

http://www.publicdomainpictures.net/view-image.php?picture=ventre-slim-e-metro&image=4469&large=1

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews