Lampedusa: Malta gira la richiesta di soccorso, 150 dispersi in mare

LAMPEDUSA – La richiesta di aiuto era arrivata via telefono satellitare alle autorità maltesi, da un barcone in difficoltà nel tratto di mare tra Lampedusa e Malta. La segnalazione è stata però girata alla Capitaneria di Porto italiana, che ha dovuto far partire due motovedette e un elicottero da Lampedusa. Quando, alle quattro del mattino, i soccorsi sono arrivati sul luogo della segnalazione, la situazione era tragica: il mare forza quattro e la concitazione a bordo del barcone, con a bordo circa 200 nordafricani, hanno reso inevitabile il ribaltamento dello stesso proprio quando i soccorsi stavano per iniziare.

La tragedia è avvenuta ad una quarantina di miglia a sud ovest dell’isola: l’area Sar (Search and Rescue) in cui è avvenuto il naufragio è di competenza de La Valletta.

Un barcone in viaggio verso Lampedusa (it.notizie.yahoo.com)

Il barcone non sarebbe di provenienza tunisina ma libica, in quanto quella tratta di mare è abitualmente usata dagli scafisti che partono dai porti della terra di Gheddafi. La Capitaneria di porto ha riferito di 47 persone recuperate e circa 150 dispersi. Il buio e le avverse condizioni meteo hanno reso molto difficili le operazioni di ricerca dei naufraghi nell’immediato. Sul posto è stato dirottato anche un peschereccio per dare una mano ai soccorsi.

Le voci che arrivano da Lampedusa non sono confortanti: «Temiamo che molte persone possano essere morte» ha risposto all’ANSA una fonte locale. Bocche cucite o quasi dalla Guardia costiera, che chiede invece di non considerare perse tutte le speranze, in quanto sono passate poche ore dal naufragio e non è impossibile trovare ancora superstiti.

Nella scorsa notte a Lampedusa sono arrivati 354 immigrati: tra tunisini, eritrei, ganesi, somali ed etiopi. In 400 hanno invece lasciato l’isola, considerando i ponti navali e quelli aerei. Al momento sull’isola sono ancora presenti ancora circa 1500 extracomunitari.

Redazione

Foto homepage: cultumedia.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews