L’addio di Antonio Conte? Tutta colpa di Juan Cuadrado

Antonio ConteSi è discusso molto a proposito dell’addio di Antonio Conte alla Juventus e, a quasi un mese di distanza, l’argomento sembra essere tra i più caldi del calciomercato; i tifosi della Juve continuano ad essere incerti sul futuro della propria squadra e sembrano ancora non fidarsi totalmente del nuovo allenatore Massimiliano Allegri, mentre gli altri si chiedono dove finirà l’ex calciatore salentino.

UNA SOLA RICHIESTA: CUADRADO - A tenere banco, inoltre, sono le vere motivazioni della rescissione del contratto di Conte: si è parlato di scarsa competitività europea della squadra bianconera, di un mercato non in linea con le pretese dell’allenatore e con il futuro incerto di Vidal, giocatore prediletto di Conte. Le ipotesi di questi mesi sembrano essere tutte corrette ma la vera motivazione dell’abbandono di Antonio Conte, così come rivelato da Alessandro Alciato di SkySport, porta il nome del calciatore colombiano Juan Cuadrado.
L’ex tecnico della Juventus infatti aveva fortemente richiesto alla dirigenza della Juventus il calciatore della Fiorentina e della Nazionale colombiana, stella calcistica al centro del calciomercato estivo e fortemente voluto dal Barcellona di Luis Enrique e dal Manchester di Louis Van Gaal: il prezzo cartellino di Cuadrado però, valutato 35 milioni dalla famiglia Della Valle, è risultato essere troppo alto per la dirigenza juventina che ha accantonato il progetto e ha preferito investire il suo denaro in altri giocatori, primo su tutti Alvaro Morata.
Cuadrado Fiorentina
Anche se con ruoli e finalizzati a coprire esigenze tattiche diverse, la Juventus ha deciso di investire 22 milioni per l’ex attaccante del Real Madrid Morata, andando contro la volontà di Antonio Conte, che avrebbe preferito uno sforzo ulteriore per portare Cuadrado in Corso Galileo Ferraris.

SCELTE CONTRASTANTI - A questa scelta, in contrasto con le sue richieste, si è andata ad aggiungere l’incertezza del futuro di Pogba e Vidal, dichiarati incedibili ma, probabilmente, sacrificabili di fronte ad offerte stellari. Sembra poi che il mister Conte non abbia gradito nemmeno la programmazione estiva della Juventus, in particolar modo la tournée assai dispendiosa e faticosa in Indonesia, Australia e Singapore.

IL FUTURO DI ANTONIO CONTE - Restano ancora dubbi sul futuro di Antonio Conte ma sembra che l’allenatore non siederà su nessuna panchina italiana per l’intera stagione 2014-15, fatta eccezione per quella della Nazionale, che resta una valida ipotesi. Nessun’altra alternativa immediata sembra essere stata proposta al tecnico, ma sembra che Conte piaccia a molte squadre europee tra cui PSG e Chelsea, che potrebbero contattarlo per la primavera del 2015. E se Pippo Inzaghi non portasse i risultati sperati, Antonio Conte potrebbe essere la prima alternativa del Milan.

Alessia Telesca

foto: thehardtackle.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews