La verità sul maxi scontrino del bar Calise a Ischia: il cliente non ha sempre ragione

30 euro per 4 caffè ed un cornetto al bar Calise di Ischia? Vero, ma consumati in area vip e con supplemento indicato in menu: il finto scandalo di una giornalista napoletana

bar-calise-di-ischia-scontrino-30-euro

Lo scontrino della “vergogna”: 20 euro di supplemento (5 euro x 4 persone) per 4 caffè ed un cornetto. Ma la storia è diversa da come è stata raccontata…

Estate, tempo di divertimento e di piccoli grandi lussi. Uno dei quali può essere tranquillamente quello del concedersi una visita ad uno dei locali più suggestivi d’Italia, in una delle isole più belle dello Stivale: il bar Calise di Ischia. Un’eccellenza tutta ischitana, con 8 punti vendita sparsi lungo il perimetro dell’isola, ma soprattutto una splendida sede centrale in Piazza degli Eroi. Staff cordiale, presente ed elegante – guanti bianchi anche ad agosto, ça va sans dire – immenso giardino immerso nel verde lussureggiante, con decine di angoli ritagliati a mo’ di saletta privata all’aperto, ed una suggestiva ed intima area concerto ai piedi del pianoforte o piano bar a seconda della serata. Il tutto, il che non guasta, accompagnato da un servizio di caffetteria, pasticceria e gelateria di altissimo livello e qualità. Una qualità che si paga, ma senza particolari eccessi, come è giusto che sia. Certo, se poi si ordina anche senza leggere il menu…

LO “SCONTRINO DELLA VERGOGNA”: 30 EURO PER 4 CAFFÈ ED UN CORNETTO - Il bar Calise di Ischia è infatti finito nell’occhio del ciclone nei giorni scorsi a causa di uno scontrino pubblicato su Faceb0ok da R.I, giornalista professionista napoletana. Non proprio una sprovveduta. Lo scontrino, in effetti, fa un po’ sensazione: 4 caffè ed un cornetto vengono a costare 10 euro e 30 (caro per gli standard napoletani, ma in un bar di lusso di Ischia ci sta tutto) .L’importo totale dello scontrino lievita però fino a 30,30 euro, perché vengono conteggiati 20 euro di supplemento servizio, 5 euro a persona. In pratica ben 7 euro e 50 a persona per un caffè con servizio al tavolo. Non un Moët & Chandon da 2000 euro a bottiglia, e nulla per cui si rischi di finire una sera in mezzo alla strada, intendiamoci. Ad ogni modo un mezzo salasso, date le consumazioni. L’autrice della foto si indigna: fa nome e indirizzo del bar e urla su Facebook “VERGOGNA“.

bar-calise-di-ischia

Una veduta interna del bar Calise di Ischia (imperatore.it)

Lo scontrino viene pubblicato con privacy pubblica e condiviso oltre 1700 volte, fino a finire su FanPage, testata online napoletana di grande richiamo tra gli appassionati del web. Le condivisioni solo su Facebook schizzano fino ad oltre 4500 e i commenti indignati sui social network si sprecano. Anche se qualcuno inizia a storcere il naso. Il bar Calise di Ischia è notoriamente un’eccellenza qualitativa ed estetica dell’isola, una location a suo modo vip dai prezzi abbordabili. E qualcuno – tipo il sottoscritto, che al bar Calise è stato lo scorso anno, ndr - si ricorda di menu con precise indicazioni sui supplementi. È solo questione di tempo ed arriva la foto che sbugiarda la turista “distratta”.

menu-bar-calise-di-ischia-scontrino-supplemento-musica

Il menu del bar Calise di Ischia con l’indicazione dei supplementi per il servizio al tavolo

CONSUMAZIONE IN AREA VIP “CAFFÈ CONCERTO” - Tutto perfettamente indicato in menu: il servizio al tavolo si paga 2 euro dalle 21 in poi, supplemento a persona solo sulla prima consumazione. Se invece ci si accomoda nell‘area “vip” Caffè Concerto – un elegante e suggestivo pergolato a numero chiuso da circa una 50ina di posti, situato ai piedi del palco – il supplemento per godere della musica dal vivo è di 5 euro a persona. Nulla di indecente e, soprattutto, tutto indicato nello scontrino. Il che, nel caso sfugga a qualcuno, comporta che il locale paga l’artista, la SIAE ed anche le tasse sul guadagno per il servizio aggiuntivo. (Edit ore 20.00: su Facebook un utente ha condiviso una foto del grande cartello affisso all’ingresso dell’area “Caffè Concerto” del bar Calise di Ischia. Se una dicitura sul menu può sfuggire, è davvero difficile ignorare questo cartello…)

bar-calise-di-ischia-caffe-concerto

Il visibilissimo cartello affisso all’ingresso dell’area vip “Caffè Concerto”

R.I, invece, ha voluto gridare allo scandalo senza aprire il menu. O meglio, ha voluto gridare allo scandalo a posteriori, dopo essersi accorta dell’importo rendicontato sullo scontrino pagato a fine serata da sua madre. (RETTIFICA: a differenza di quanto erroneamente scritto nella prima stesura dell’articolo, R.I. ha precisato a Wakeupnews di essere stata presente in prima persona al bar Calise di Ischia, ndr) Il tutto condito da una grossa inesattezza tra i commenti del post pubblico su Facebook: “Non c’è alcun listino per il servizio”.

scontrino-30-euro-bar-calise-ischia

I commenti della persona che ha postato lo scontrino del bar Calise di Ischia: dà per vera una gravissima inesattezza (“Non c’è alcun listino per il servizio”)

IL CLIENTE CHE NON LEGGE IL MENU NON HA SEMPRE RAGIONE - La vicenda è quindi rapidamente ricostruita: al bar Calise di Ischia, domenica 9 agosto, ci sono andati semplicemente dei turisti molto poco accorti. Il cameriere, sempre secondo quanto riferito da R.I a Wakeupnews, ha indirizzato la piccola comitiva verso l’area Caffè Concerto, appositamente delimita e segnalata da cartelli con indicato il supplemento, in cui in quel momento era in corso un’esibizione. A quel punto sarebbe bastato guardare il cartello multilingua, oppure aprire il menu e leggerlo. I supplementi erano puntualmente indicati ovunque: i clienti avrebbero potuto tranquillamente spostarsi fuori dall’area Caffè Concerto se non avessero voluto spendere quella cifra, e consumare in un’altra area del locale. Nel giardino o al coperto (pagando solo 2 euro di supplemento servizio a persona), oppure al bancone, senza pagare nessun servizio.

La signora R.I. ha puntato invece al facile sensazionalismo della propria cerchia di amici virtuali: con la sgradevole bugia senza verifica della mancata indicazione dei costi del supplemento nel menu, ha bollato il bar Calise di Ischia come un’attività commerciale che si comporta in maniera meschina con i clienti, ingannandoli per caricare un costo di servizio aggiuntivo esorbitante. Il fatto che il post (pubblico, quindi visibile a tutti) sia diventato virale, da un lato ha amplificato la lamentela di R.I. (i cui toni sono poi degenerati suo malgrado nella classica pantomina degli attacchi al locale su Facebook a suon di commenti negativi da parte degli internauti), ma dall’altro ha anche svelato gli altarini. Alla collega R.I, giornalista professionista, e agli amici di FanPage (che hanno rettificato nel pomeriggio, ndr) sarebbe bastato fare quello che richiede il proprio lavoro: alzare la cornetta del telefono e chiedere delucidazioni, prima di sparare una sentenza errata cavalcando l’onda del facile populismo di Facebook. Oppure aprire il menu e leggerlo senza ordinare alla cieca. Se non verificano i giornalisti, figurarsi i lettori. Il cliente, è proprio il caso di dirlo, non ha sempre ragione.

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

6 Risponde a La verità sul maxi scontrino del bar Calise a Ischia: il cliente non ha sempre ragione

  1. avatar
    alex 14/08/2015 a 02:22

    Resta sempre uno schiaffo alla povertà, peraltro praticano quei prezzi in una delle aree più povere, corrotte e criminali d’Europa. Siano decenti, se uno ordina un tiramisu o un cocktail quanto chiedono, cento euro ossia 200.000 lire? Andiamo, la gente non ha da mangiare, in Italia, soprattutto in Campania.

    Rispondi
    • avatar
      marco 14/08/2015 a 19:11

      Senza dubbio è una cifra esorbitante e uno schiaffo alla povertà… Ma sono liberi di stabilire i prezzi che vogliono… Se uno non li vuole spendere è liberissimo di non andarci, non è che vige l’obbligo di entrare nei locali chic…

      Rispondi
    • avatar
      meg 22/11/2015 a 07:51

      Non c’entra un fico secco quello che hai scritto parliamo di località turistiche. Allora se ti chiedo 30 euro per un caffè a Cortina è normale solo xkè si trova in veneto? Località turistiche ti offrono un servizio, espongono i prezzi( xkè il supplemento era ed è segnalato) e a te la scelta se usufruirne o no. Caro Alex la Campania ha dei posti stupendi; partendo dal capoluogo che tutti gli stolti (un pò come te) conoscono solo x la malavita, alle isole di capri, ischia e procida alle coste amalfitana (con positano, amalfi e ravello),sorrentina (sorrento) alla cilentana (palinuro, punta licosia, san marco, castellabate ). IO SONO CAMAPANA E HO DA MANGIARE FORSE E’ DOVE ABITI TU CHE NON SI MANGIA

      Rispondi
  2. avatar
    Dany 14/08/2015 a 16:11

    È anche vero che se voglio prendermi un caffè, il menù non lo apro nemmeno! Tanto, quanto potrei spendere per un caffè in un bar di lusso? 3/4 euro? Reputerei giusto ed opportuno che al momento dell’ordinazione, il cliente venisse avvisato dal cameriere del supplemento! Nel momento in cui mi siedo a prendere un caffè, non mi sfiora neanche l’idea che devo pagare anche il cantante e la S.I.A.E.

    Rispondi
  3. avatar
    Carmine 20/06/2016 a 11:40

    a premessa che il costo è eccessivo non viene comunque indicato se la tariffa è ad personam o cumulativa per ordine.

    Rispondi
  4. avatar
    Peter 30/11/2016 a 13:59

    il commento scritto da Alex è una stronzata pazzesca: “… peraltro praticano quei prezzi in una delle aree più povere, corrotte e criminali d’Europa” … Non sai di cosa parli, guardi troppa tv o forse troppe fiction!!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews