Vino Made in Italy: la super produzione 2013 che ha battuto la Francia

vino

Uve italiane (comeandseeitaly)

 L’Italia batte la storica concorrente francese nella produzione vinicola del 2013, superando di un milione la terra del Bordeaux, con una produzione che vanta il primato mondiale con circa 45 milioni di ettolitri, in aumento del 2% rispetto alla vendemmia del 2012. La fruttuosa raccolta segna un record stellare delle vendite all’estero, stimato dalla Coldiretti intorno ai 5 miliardi di euro, che incorona gli autorevoli vini rossi italiani come punte di diamante della stagione, dal Brunello di Montalcino al Barolo, dall’Aglianico al Chianti.

Terzo e Quarto posto sono detenuti da Spagna, in forte ascesa nel campo vinicolo, e Stati Uniti, uno dei maggiori importatori di vino italiano. La predominanza fra le selezioni qualitative di produzione è stata affidata per il 40% ai trecentotrentuno vini Doc, seguiti da Docg, Igt e vini da tavola. Gli spumanti in ribalta vantano l’aumento del 18% delle vendite, rubando terreno allo champagne. Le condizioni climatiche di un’estate umida hanno favorito il maturare di uve di alta qualità seppur con una maturazione più lenta che ha posticipato di due settimane la fine della vendemmia, in chiusura con Aglianico, Cabernet e Nerello.

La Coldiretti segnala un aumento del 9% sulle esportazioni, festeggiando una strepitosa ascesa degli acquisti dall’estero con buoni riscontri in Russia, nel mercato asiatico e in Australia. Coerentemente con la propagazione della filosofia che favorisce una domanda di prodotti a  chilometro zero, sono in forte sviluppo le consumazioni di vini prodotti in territori locali, confermando la crescente tendenza italiana di consumare cibi e bevande appartenenti al rispettivo territorio d’appartenenza per un ritorno alla genuinità.

La Coldiretti, tramite l’osservazione degli studi indetti dall’Istituto Marchigiano di Tutela Vini e dall’Università Politecnica delle Marche, ha confermato l’importanza dei vini bianchi autoctoni, premiati dalle massime riviste vinicole italiane che esaltano la pregevolezza di vini locali come Verdicchio e Fiano. Un grande vanto per le vigne italiane che da sempre deliziano i palati mondiali e una piccola rivalsa nei confronti della raffinata rivale francese.

Foto preview via climatemonitor.it

Rachele Sorrentino

@rockeleisrock

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews