‘La Sua gloria siamo noi’: poi papa Francesco prega per la pace

papa francesco pasqua (lastampa.it)

Papa Francesco durante la celebrazione pasquale (lastampa.it)

Città del Vaticano – «Buona Pasqua» è stato il saluto del Papa, ormai solito approcciare la folla in questo modo. Il discorso che ha preceduto la benedizione Urbi et Orbis è stato incentrato sull’annuncio della Pasqua e della Resurrezione, declinato come messaggio di pace per tutto il globo. «La Sua gloria siamo noi, l’Uomo vivente», ha detto papa Francesco, aggiungendo poi che «la misericordia di Dio può far fiorire anche la terra più arida e ridare vita alle ossa più inaridite», annunciando poi che «Cristo è la nostra pace».

Piazza san Pietro era gremita fin dal primo mattino; i fedeli hanno sciamato attraverso le vie, fino a riempire sia il colonnato del Bernini, sia piazza Pio XII e via della Riconciliazione. Nessuna omelia per papa Francesco, sostituita dall’incisivo discorso che ha preceduto la benedizione Urbi et Orbis dalla loggia delle benedizioni di san Pietro, anziché dalla finestra dell’appartamento del papa come per i normali Angelus.

Un messaggio di speranza perché «sempre vince la misericordia di Dio»: allora papa Francesco ha pregato per la pace in vari luoghi del mondo. Ha citato il Medio Oriente – «in particolare tra israeliani e palestinesi» – citando anche l’Iraq e «l’amata Siria, per la sua popolazione e i suoi numerosi profughi». Poi l’Africa, dai molti conflitti citati, quindi l’Asia, con la preghiera per le Coree, «per superare le divergenze». Quindi una serie di preghiere «per il mondo ancora diviso dall’avidità di chi cerca il denaro a tutti i costi» e una dura condanna della «tratta di persone, che è la schiavitù più estesa di questo XXI secolo»; non è mancato l’ennesimo accenno a una diversa distribuzione della ricchezza, perché papa Francesco in conclusione ha anche pregato per l’eliminazione del «narcotraffico e l’uso diseguale delle risorse della Terra».

Papa Francesco, come già ha fatto ieri, ha parlato rivolto a ciascuno: «c’è speranza per te! Non sei più sotto il dominio del peccato e del male», un messaggio forte che chiede impegno a ciascun cristiano, coronato dal saluto del Salmo: “lodate Dio perché è buono”.
Dal Papa una chiamata a tutti i cristiani per essere protagonisti in prima persona della Resurrezione del Cristo e portatori di questo messaggio nelle loro vite.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews