La stretta di mano indica il rischio di morte

La forza o la debolezza di una stretta di mano possono indicare il nostro stato di salute e il rischio di morte

Una stretta di mano poco vigorosa potrebbe far intendere che esistono problemi di salute

Se solitamente teniamo poco conto di come salutiamo una persona stringendole la mano, da oggi forse faremo più attenzione a sorvegliare questo semplice gesto. Infatti, secondo una ricerca canadese pubblicata sulla rivista The Lancet, la forza o la debolezza della presa possono dimostrare se la nostra salute vacilla o meno.

LO STUDIO SU 140 MILA ADULTI- La campionatura è avvenuta nel corso di quattro anni e ha interessato 140 mila adulti, provenienti da 14 paesi, di un’età compresa tra i 35 e i 70 anni. L’obiettivo della ricerca era quello di far stringere ai soggetti in esame un oggetto duro, per misurare la forza esercitata dalla loro presa e analizzare i risultati della stretta. E’ stato così osservato che ad ogni perdita di 5 chili di forza della presa corrispondeva un sesto di probabilità maggiore di rischio di morte. Ciò significa che c’era una possibilità più alta del 17% di decesso per cause cardiovascolari, di ictus o altre malattie.

I RISCHI LEGATI AD ALTRI FATTORI- I ricercatori affermano che i rischi persistono anche dopo aver analizzato altri fattori come l’età, l’attività fisica, l’uso di tabacco e alcol, ma anche il livello di istruzione e quello di occupazione. «Ora abbiamo la prova di uno strumento semplice ed economico che può essere utilizzato per identificare gli individui ad alto rischio di morte – afferma Darryl Leong, principale autore dello studio – e i soggetti che possono morire per la loro malattia (in quanto cardiopatici o soggetti a rischio)». É ovvio che la ricerca in questione ha bisogno di ulteriori approfondimenti, per determinare se l’aumento della forza muscolare possa ridurre realmente i rischi di morte.

Un metodo semplice ed economico per identificare soggetti ad alto rischio di morte

LA STRETTA DI MANO DETERMINA L’ ETÀ BIOLOGICA- Altre ricerche hanno determinato sempre l’importanza della stretta di mano, che può essere in questo caso rilevante anche per valutare la velocità con cui si invecchia. Infatti, lo studio pubblicato sulla rivista Plos One, e condotto dall’ International Institute for Applied Systems Analysis, ha evidenziato come un semplice saluto possa rilevare fattori di disabilità, declino cognitivo e la capacità di riprendersi dopo essere stati dimessi da un ricovero ospedaliero.

Insomma, se la stretta di mano di una persona è energica e vitale possiamo stare tranquilli per la sua salute fisica, ma se questa si presenta debole è bene pensare che forse potrebbero esserci dei problemi.

Gloria Maria Rossi

@Goia1988

foto: ferromed.it the-hypnotist.it

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews