La riforma sanitaria negli States incontra un nuovo ostacolo

Il Presidente americano Barack Obama

Lo scorso lunedi, il giudice di Pensacola, Florida, Roger Vinson ha dichiarato incostituzionale la riforma sanitaria promulgata dal Presidente Obama, nella parte in cui dichiara obbligatorio per tutti tenere una copertura assicurativa sanitaria entro il 2014, pena una sanzione in caso contrario.

Si tratta del secondo caso di dichiarazione di incostituzionalità. Il primo si era verificato lo scorso dicembre con il giudizio del giudice Henry Hudson in Virginia. Piccola nota: entrambi i giudici sono stati deisgnati da presidenti repubblicani: il primo da Reagan, il secondo da Bush.

Sebbene la riforma entri completamente in vigore dal 2014, alcune regolamentazioni sono gia operative, come ad esempio l’obbligo di copertura assicurativa per i bambini con infermità preesistenti.

La Casa Bianca, e lo stesso Ministero di Giustizia,  hanno gia reso nota l’intenzione di presentare ricorso, portando il caso alla Corte Suprema. Sebbene, secondo alcuni, vi sia la possibilità di dibattere il caso gia quest’anno, sono in molti a ritenere che non vi sarà alcun giudizio prima del 2012.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews