La repubblica delle farfalle, la resistenza dei ragazzi di Terezín

La repubblica delle farfalle: Il romanzo dei ragazzi di Terezín di Matteo Corradini (fonte: lafeltrinelli.it)

La repubblica delle farfalle: Il romanzo dei ragazzi di Terezín di Matteo Corradini (fonte: lafeltrinelli.it)

È possibile spiegare la Shoah, l’orrore dei campi di concentramento, ai bambini? La repubblica delle farfalle: Il romanzo dei ragazzi di Terezín di Matteo Corradini ci ha provato, in modo delicato e sensibile, ed è per questo che la consueta rubrica di Wake Up News Un libro per piccoli lettori ha deciso di consigliarlo a genitori e bambini, per insegnare ai più piccoli a leggere la storia e a non averne paura.

LA VOGLIA DI VIVERE DEI RAGAZZI DI TEREZIN - Durante la Seconda guerra mondiale la città ceca di Terezín, nata nel Settecento come città-fortezza, diventa un centro di raccolta per uomini e donne di religione ebraica destinate ai campi di concentramento; in questa fortezza, in questo spazio circoscritto da delimitazioni fisiche e morali, vengono rinchiuse circa 155mila persone, in attesa del triste e atroce destino disegnato per loro dalla dittatura nazista e dalla quale si salvarono solamente 3807 persone, sopravvissute ai campi di Treblinka e Auschwitz-Birkenau.
In questo sfondo atroce, cupo e crudelmente reale, si muove il romanzo La repubblica delle farfalle: Il romanzo dei ragazzi di Terezín di Matteo Corradini, che racconta in modo lucido e incredibilmente malinconico la vita quotidiana dei giovani ragazzi rinchiusi nella città della Repubblica Ceca, città apparentemente normale con strade, teatri, musica e case, ma che era stata privata della libertà.
La città e la vita dei suoi abitanti, infatti, è scandita dai pattugliamenti delle SS e dai tentativi di fuga soffocati nel sangue; il mondo degli abitanti di Terezín è Terezín  stessa, chiusa e sconnessa a quello circostante.

VEDEM, IL GIORNALE DELLA RESISTENZA - In questo posto isolato dal mondo un gruppo di giovani ragazzi si raccoglie in gran segreto, illuminati dal torpore di un lumino, per creare il Vedem, cioè Avanguardia, un giornale vitale che mette insieme notizie sugli arrivi, sulle partenze e che raccoglie sofferenze e testimonianze dei cittadini, contornando l’orrore da poesie e disegni, che divengono l’unica fuga possibile. Vedem rappresenta per i ragazzi di Terezín l’unico modo per resistere, lottare e testimoniare la voglia di vita, nonostante la cattiveria e la brutalità che circonda quotidianamente le loro esistenze; Vedem diventa il baluardo della speranza e la testimonianza di chi c’era e di chi ha lottato, di chi ha resistito.

Alcune pagine di Vedem conservate al Memorial di Terezín (fonte: vedem-terezin.cz)

Alcune pagine di Vedem conservate al Memorial di Terezín (fonte: vedem-terezin.cz)

RACCONTO SENSIBILE E ONIRICO - Questo incredibile racconto di vita reale è stato ricostruito da Matteo Corradini nel romanzo La repubblica delle farfalle: Il romanzo dei ragazzi di Terezín attraverso approfondite ricerche e, soprattutto, grazie allo studio di alcune pagine di Vedem conservate al Memorial di Terezín, per essere destinato alla lettura dei bambini di oggi (dai dieci anni in su), ancora ignari sullo svolgimento orribile che la storia ha avuto nei secoli passati e che, loro malgrado, continua ad avere.
Il libro viene ricomposto delicatamente e in modo esile, la descrizione della brutalità non è mai ricalcata o sottolineata, così da lasciare spazio al rispetto e all’orgoglio degli eccezionali protagonisti della Resistenza; la storia assume così degli straordinari aspetti onirici e sognanti, che coinvolgono il lettore donandogli una sensazione di vitalità tangibile e percepibile sin dalle prime pagine di lettura.
La repubblica delle farfalle: Il romanzo dei ragazzi di Terezín è così un manuale di emozioni e sensazioni di ragazzi che devono scegliere se lottare e lasciare un segno della loro dignità, strappatagli dalla storia, o arrendersi al loro destino, in cui la forza e la vita vengono incredibilmente evidenziati attraverso un progetto semplice, segreto ma irrimediabilmente immortale, che, nonostante tutto, conduce i ragazzi di Terezín alla vittoria della guerra, se non altro grazie alla memoria e alla testimonianza. Matteo Corradini dona queste parole, quelle della memoria e della testimonianza, ai giovani bambini di oggi, mostrandogli, senza moralismi o pietismi, un racconto che mescola il reale al messaggio etico e civile, insegnandogli a credere fermamente nella lotta per la libertà e per il rispetto di se stessi, della propria dignità e di quella degli altri; inoltre il romanzo La repubblica delle farfalle: Il romanzo dei ragazzi di Terezín insegna ad aver paura ma a non farsi sopraffare da essa, sensazione stimolante e utile solo se in grado di suscitare una reazione intelligente, profonda e articolata, così come quella dei giovani della città ceca.

ADATTO A PICCOLI E GRANDI - La repubblica delle farfalle: Il romanzo dei ragazzi di Terezín è un romanzo adatto ai bambini, Matteo Corradini è docente di Scienze della Formazione presso l’Università di Piacenza e quindi il suo dialogo è perfettamente coerente e comprensibile ai più piccoli, ma può essere una lettura piacevole anche per i più grandi che, affrontando il delicato tema della Shoah, potranno gustare un romanzo alleggerito in trama ma arricchito di sensazioni, sensibilità, emozioni e commozione.

Alessia Telesca

foto: lafeltrinelli.it; vedem-terezin.cz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews