La provocazione di Kargaltsev: uomo nero seduto su uomo bianco

La foto di Alexander Kargaltsev

La foto di Alexander Kargaltsev

Sta facendo il giro del mondo lo scatto fotografico di Alexander Kargaltsev, celebre artista e attivista per i diritti degli omosessuali, attualmente residente a New York.

LA NASCITA DELLA PROVOCAZIONE - La sua opera, che ritrae un uomo nero seduto su uno bianco, nasce come provocatoria risposta ad una fotografia di Dasha Zhukova. Il 20 gennaio, data del Martin Luther King Day, il periodico russo Buro 24/7 ha pubblicato su Instagram, la nota applicazione dedicata agli scatti, una fotografia della Zhukova, compagna dell’imprenditore russo e proprietario della squadra di calcio del Chelsea Roman Abramovich, immortalata mentre sedeva su una donna di colore.
Ovviamente lo scatto fotografico ha suscitato clamorose e prevedibili proteste e la rivista Buro 24/7 è stata tacciata di razzismo, nonostante abbia prontamente cancellato la foto da Instagram e dichiarato di essere contro ogni forma di discriminazione; «La sedia presentata nella foto non deve essere vista in alcun modo se non come un pezzo di arte contemporanea. Ci scusiamo se abbiamo offeso i nostri lettori» ha dichiarato la dirigenza del giornale.

La foto di Dasha Zhucova apparsa sulla rivista Buro 24/7

La foto di Dasha Zhukova apparsa sulla rivista Buro 24/7

LA RISPOSTA DI ALEXANDER KARGALTSEV - Ma le scuse non sono bastate ad Alexander Kargaltsev che ha deciso di rispondere allo scatto della Zukhova tramite la sua arte e la sua fotografia a colori invertiti. L’uomo ha dichiarato di essere particolarmente sensibile all’argomento, soprattutto perché, nel suo passato, è stato costretto ad abbandonare la Russia per l’invivibile clima discriminatorio nei confronti delle persone omossessuali. «Sono molto deluso dal fatto che la xenofobia sia così forte nel mio paese e che una tale immagine della signora Zhukova possa apparire quasi fosse normale e insignificante. I russi non sembrano dare peso alle offese verso il principio di non discriminazione per ragioni di razza, nazionalità, orientamento sessuale e così via» dice chiaramente Alexander Kargaltsev che riapre così il discorso sull’ingiusto trattamento riservato ai gay e sull’ancora lontano riconoscimento dei diritti di uguaglianza.


Alessia Telesca

foto: solosapere.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews