La Procura chiede l’arresto di Parolisi

ASCOLI PICENO – La procura di Ascoli Piceno ha chiesto l’arresto per Salvatore Parolisi, marito di Melania Rea, la donna di 29 anni di Somma Vesuviana uccisa e il cui cadavere è stato ritrovato nel bosco di Ripe di Civitella, nel teramano, il 20 aprile scorso.

 

Ieri sera infatti il sostituto procuratore di Ascoli Piceno Umberto Monti ha avanzato una richiesta di custodia cautelare al Gip Carlo Calvaresi per il marito di Melania Rea, ad oggi unico indagato per omicidio volontario aggravato. La svolta nelle indagini arriva a poche ore dal deposito della perizia del medico legale che ha eseguito l’autopsia e tutti gli esami suppletivi sul cadavere di Melania.

 

La prova che inchioderebbe in modo inconfutabile il caporal maggiore Parolisi sta nei risultati dei nuovi esami eseguiti sui tabulati telefonici e sulle celle telefoniche dai carabinieri del Nucleo investigativo di Ascoli Piceno e dai Ros di Roma. Dai rilievi risulta che sia il telefonino di Parolisi, sia quello di sua moglie Melania erano agganciati alla cella di Ripe di Civitella alle 14,53, quando cioè la vicina di casa e amica di Melania Sonia Viviani la chiama sul cellulare senza ottenere risposta.

 

Una prova che smentisce quanto fino ad oggi dichiarato da Parolisi, che ha sempre negato di essere stato sul luogo dove è stato rinvenuto il corpo senza vita della 29 enne di Somma Vesuviana. Secondo quanto confermato dall’autopsia l’omicidio si è consumato poco prima della telefonata della Viviani, tra le 13,40 e le 15,40.

 

«Apprendiamo la notizia dagli organi di informazione, siamo assolutamente sbalorditi da una giustizia colabrodo, chiederemo sicuramente di intervenire al ministro della Giustizia per far terminare questo gioco al massacro», ha detto all’Adnkronos Nicodemo Gentile, uno degli avvocati di Salvatore Parolisi.

«L’indagato è una persona che merita rispetto e come stanno trattando Parolisi è indegno della nostra civilità giuridica», ha concluso. L’altro legale di Parolisi, Walter Biscotti, fa sapere: «Siamo tranquilli, Salvatore è innocente, non temiamo nulla».

Natalia Radicchio

Foto| via http://images.vanityfair.it/

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews