La minaccia dell’Isis: dieci italiani devono essere eliminati

Dieci italiani devono essere eliminati: l'Isis, pubblica in rete una lista contenente i nomi di agenti e autorità italiane. Lo Stato è in allarme

Isis (retenews24.it)

Isis (retenews24.it)

Un angosciante elenco composto da dieci nomi, tra cui ufficiali dell’Esercito, della Guardia di Finanza e delle Forze dell’Ordine, è stata pubblicata in rete da un profilo dichiaratamente jihadista, seguace dell’Isis. Dieci italiani devono essere eliminati: questo l’intento dello Stato Islamico dell’Iraq e della Siria (Isis). I nominativi, ognuno collegato ad indirizzo e numero di telefono, sono stati diffusi dal quotidiano romano Il Tempo. Molte delle identità minacciate risultano ancora sconosciute.

LA BLACK LIST – Tra i nomi indicati come potenziali vittime delle intimidazioni terroristiche rese manifeste dall‘Isis, appaiono l’ex comandante generale dei carabinieri, Leonardo Gallitelli, l’attuale questore di Firenze, Raffaele Micillo, ed altri agenti della polizia, della guardia di finanza e della municipale come Marisa Valentina Ruaro, comandante dei vigili di Laigueglia, un comune in provincia di Savona. Secondo gli investigatori i nomi sarebbero stati scelti in modo casuale. La lista presenta inoltre diversi errori ed altrettante sviste; ma questo non è affatto sufficiente a placare l’allarme. L’intelligence non intende sottovalutare il pericolo di un imminente attacco.

INCIPIT DEL DOCUMENTO: IL MESSAGIO INTIMIDATORIO – Ad accompagnare la temibile lista, una nota ancor più inquietante: «Un messaggio per i lupi solitari: aspettiamo le vostre azioni. L’Italia ci ha dichiarato guerra e noi l’abbiamo dichiarata tempo fa». Trattasi di una sorta di chiamata alle armi rivolta ai sostenitori della strategia jihadista, nascosti tra la popolazione italiana. L’avvertimento non lascia spazio ad ulteriori interpretazioni, l’avanzata estremista sembra non essere più solo un presagio: «Conquisteremo Roma e distruggeremo le vostre croci. Giuriamo su Allah che entreremo e conquisteremo Roma. Non manca molto».

La violenta azione prodotta da tale organizzazione terroristica – la sola che dopo la fine della prima guerra mondiale sia riuscita a ridisegnare la mappa del Medio Oriente – sta letteralmente sgretolando l’equilibrio del nostro Paese. Credere che si tratti unicamente di  una folle provocazione è inammissibile, oltre che altamente rischioso.

 Antonietta Mente

@AntoMente

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews