La giornalista Marie Claude Lavallèe si licenzia: ‘Spazio ai giovani’

In Canada la CBC è in crisi e la giornalista Marie Claude Lavallée si licenzia dopo 31 anni di servizio: 'Voglio salvare il posto anche ad un solo ragazzo'

Marie-Claude-Lavallèe-giornalista-licenzia-giovani

Marie Claude Lavallèe (ici.radio-canada.ca)

La crisi nel mercato del lavoro, e soprattutto le difficoltà nel campo dell’editoria e del giornalismo, non sono circoscritte all’Italia. È in questa ottica che giunge oggi la notizia delle dimissioni di Marie Claude Lavallèe, giornalista e conduttrice radiofonica di Radio Canada, che ha deciso di licenziarsi per fare spazio alle nuove leve, in risposta alla decisione della sua azienda di operare nuovi tagli sul personale.

SALVARE POSTI DI LAVORO DEI GIOVANI - Marie Claude Lavallèe è una giornalista molto conosciuta e stimata in Canada. La giornalista ha pubblicato una lettera su Facebook, in cui ha comunicato il proprio disagio per la situazione lavorativa che la circonda. «Da qualche tempo, non lo nascondo – ha scritto la Lavallèe – mi sento male nella mia veste di senior quando vedo tutto quello che mi succede intorno. Se la mia partenza permetterà di far restare anche solo uno di voi ne sarà valsa la pena e sarò contenta!».

Dopo 31 anni di servizio nell’emittente radiofonica la giornalista ha deciso che sollevare i datori di lavoro dal suo oneroso contratto poteva essere la scelta giusta, per evitare qualcuno dei tagli annunciati. Una scelta di grande impatto mediatico che ha sorpreso ovviamente i vertici di Radio Canada. Nessun annuncio è stato fatto in merito dai dirigenti e non è dato ancora sapere se effettivamente le dimissioni di Marie Claude Lavallèe riusciranno a dare futuro a qualche giovane.

CRISI CBC - Marie Claude non è la prima a compere gesti eclatanti come questo in Canada: solo pochi giorni fa un altro giornalista della CBC (la Canadian Broadcasting Corporation a cui anche Radio Canada fa capo), Linden MacIntyre, aveva annunciato il suo licenziamento in segno di protesta contro i tagli realizzati dalla rete. Il 70enne MacIntyre ha spiegato il suo gesto nello stesso modo in cui la Lavallèe ha motivato il suo. A fine giugno inoltre lascerà i microfoni anche Alison Smith, conduttrice di CBC The World at Six. Un segnale forte da parte di chi sa di avere fatto e dato tanto e che ora vuole che altri ripercorrano le proprie orme.

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews